Guglielmo Matti si aggiudica la gara di Monza, dopo aver concluso secondo al traguardo, per una penalità inflitta a Giuseppe Ragusa a causa di una manovra irregolare in partenza. Referto della Direzione Gara fatale anche per Biancolilla, che perde il podio in favore di Chiappini.

Ventata di novità

Prima di cominciare con il racconto dell’azione in pista, possiamo dire che la gara di Monza ha portato qualche gradita sorpresa per cominciare l’anno nuovo. Innanzitutto abbiamo avuto il piacere di ospitare in diretta su Pitlane TV David Greco, nome importante nel panorama del simracing italiano e non solo. Inoltre grazie alla preziosissima collaborazione con i ragazzi di TitoloTV è stato possibile trasmettere questo appuntamento in streaming su Facebook.

Qualifica

A partire in pole nel tempio della velocità è Cristian Pasqual, capace di fermare il cronometro sull’1.20.310, 62 millesimi più veloce di Matti. Alle spalle della Strato racchiusi in 5 centesimi Saracino (sostituto di Di Loreto), Ragusa e Valeriano. A completare la top ten troviamo poi Rosetti, Chiappini, Rosi, Laino e Zappalà.

Partenza col giallo

Allo spegnersi dei semafori la Strato Racing di Matti appare in difficoltà, tanto da scendere fino alla sesta posizione in uscita dalla Prima Variante. Pasqual riesce a mantenere la leadership seguito dalla Musto di Valeriano e da Ragusa, il quale, per evitare rischi, taglia la prima curva e rientra in pista senza restituire le posizioni guadagnate. La manovra verrà poi giudicata irregolare dalla Direzione Gara nel post-gara con l’aggiunta di 25 secondi sul tempo finale del leader del campionato.
Ragusa cerca di stare incollato agli scarichi di Valeriano per sfruttare il DRS, forte dell’involontario aiuto di Chiappini, trovatosi davanti a Matti dopo il caotico start.
Quest’ultimo conquista la quarta posizione con un deciso sorpasso in accelerazione all’8° giro, mentre il pilota Pescara SHS deve difendersi dagli attacchi di Rosetti, sostituto di Grigolon in BlueBolt Panthers.

Strategia a un solo pit

Come è noto Monza non è una pista particolarmente stressante per gli pneumatici e anche questa volta non fa eccezione.
Fra i piloti di testa Valeriano inizia il valzer al 17° giro, e Pasqual deve rispondergli alla tornata successiva per difendere la prima posizione. L’undercut si rivela però una scelta sbagliata perché Ragusa, ai box al giro 19, sopravanza Valeriano grazie alla sosta ritardata. Unico ad effettuare due pit fra i piloti di testa è stato Vitale Rosetti, così come Spinelli e Cavaciuti entrambi finiti poi in top 10.

Finale ricco di emozioni 

Se la gara fino a questo momento ha mantenuto un andamento piuttosto lineare, gli ultimi 15 giri hanno regalato diversi colpi di scena e avvicendamenti. Al 28° giro Ragusa supera Pasqual facendo presupporre un facile 1-2 BlueBolt. Tuttavia un dissuasore alla Ascari tradisce Pasqual costringendolo a finire la propria gara in anticipo a seguito di un incidente spettacolare. Si registrano anche i ritiri di Zitiello, che navigava in zona punti, e Boschetti dopo un’incomprensione fra i due durante una fase di doppiaggio.
Per fortuna non ci sono soltanto incidenti: Biancolilla, Chiappini e Rosetti si rendono infatti protagonisti di una bella lotta per la quarta posizione vinta poi dall’alfiere della Musto sul traguardo, arretrato però di 5 secondi per non aver rispettato le bandiere blu in Q1. Sorte ancor peggiore tocca al suo compagno Valeriano, costretto al ritiro nel corso del 40° ed ultimo giro per una rottura del motore mentre si trovava in seconda posizione.

Risultati ufficiali e prossimi appuntamenti

Ragusa è il primo a prendere la bandiera a scacchi, ma in virtù della manovra evasiva compiuta in partenza viene arretrato in seconda posizione e cede i 25 punti a Matti.
Sul podio sale anche Chiappini per la prima volta in stagione precedendo Rosetti e Biancolilla. Menzione speciale per Marco Monitto, che regala i primi 8 punti al PiccioTTeam. 7° posto per Spinelli, tornato a punto dopo un lungo digiuno, seguito da Lucidi e Cavaciuti (primi punti per entrambi). Chiude la top 10 lo sfortunato Valeriano, che ottiene un punticino di consolazione.

La Formula Pro si sposta ora a Suzuka con il campionato costruttori già in mano ai BlueBolt Tigers, mentre è serratissima la lotta fra Strato e Musto per il secondo posto. Per quanto riguarda la classifica piloti Ragusa può coronare una stagione perfetta per i BlueBolt in Giappone viste le 35 lunghezze che lo separano da Matti. L’appuntamento è come al solito su Pitlane TV domani 16 Gennaio alle ore 21.30. 

About author
Valerio Ferraris

Valerio Ferraris

Direttore di gara e articolista su e-Racing Series.

Your email address will not be published. Required fields are marked *