La 6 ore di Le Mans disputata lo scorso mese, ultimo atto del campionato eSport Endurance Series, ha chiuso la nostra stagione 2018-2019 su rFactor 2: di seguito un nostro bilancio personale.

 

Ruote scoperte

Come di consueto, la nostra stagione si è aperta con la Formula Pro 2018, mod creata da zero dal nostro team di sviluppo, che ha visto uscire vincitore Eros Masciulli per soli 6 punti su uno sfortunato Enrico Di Loreto, che ha pagato a caro prezzo i due ritiri della prima parte di stagione.
La vittoria della classifica team se l’è assicurata il team di Masciulli, la Pescara SHS, anche grazie al contributo fondamentale del suo compagno Michael Francesconi, vincitore della gara d’esordio a Sepang, e quarto nella classifica piloti con 100 punti.

 

Ruote coperte

La seconda parte di stagione è stata fortemente caratterizzata dalle ruote coperte, con due campionati corsi in contemporanea, l’European Touring Series e il World Touring Series.
Il primo, corso con le DTM di casa URD, ha visto tre gare endurance da 90 minuti e cinque round sprint, ovvero weekend di gara con doppia manche da 37 minuti ciascuna.
Il campionato è stato dominato da Riccardo Corazzari, e dal suo team Pulse Motorsport, vincitori delle rispettive classifiche con distacchi abissali: gli unici in grado di vincere, oltre al campione, sono stati Daniele Cannistraci e Giuseppe Laino, vincitore della seconda gara del round conclusivo di Hockenheim.

Per quanto riguarda il World Touring Series, questo campionato, che ha avuto come protagoniste le splendide GT3 del Challengers Pack, è stato caratterizzato dalla collaborazione con i ragazzi di Racing Rev Competizione.
Per la prima volta su rFactor 2 c’è stata l’introduzione delle categorie: i piloti iscritti sono infatti stati suddivisi in 3 categorie in base alle proprie performance velocistiche: Pro, Racer e Gentlemen Drivers.
La categoria Pro ha visto il dominio di Lorenzo Arisi, così come la gentlemen, vinta da Andrea Brunini, entrambi piloti di casa Reborn Racers: il team ha mancato di poco la tripletta, dal momento che nella categoria intermedia Alain Setola è arrivato alle spalle del campione Racer Lorenzo Caponi di soli 14 punti.
Reborn Racers che incrementano il proprio bottino con la vittoria della classifica team, grazie alla coppia Arisi-Lence, in grado di prevalere per un solo punto sul tandem Stocchi-Caponi di casa DriveGameSeat Racing Team.

 

Endurance

Se ruote coperte e scoperte si sono divise le due parti di stagione, una costante della nostra annata di simracing è stato il campionato eSport Endurance Series, primo campionato endurance da noi organizzato con il cambio pilota e con gare dalla durata pari o superiore alle 3 ore, culminate con la 6 ore di fine Giugno a Le Mans.
Ad aggiudicarsi la vittoria nella classe LMP2 è stato l’equipaggio Reborn Racers, composto da Lorenzo Arisi e Daniele Pizzo, che ha dominato battendo la concorrenza in tutti e 8 i round. In classe LMGTE, invece, vincitori del campionato, e del Season Finale, sono stati i ragazzi della Streetwise su Porsche capitanati da Alessandro Puoti, che ha potuto contare sul prezioso aiuto di Luca Bonatti, Michele Rizzo e Salvo Sardina per avere la meglio su uno dei pochi equipaggi non italiani, la SIMCO.

 

Bilancio e anticipazioni sul futuro

La pausa estiva di e-Racing Series durerà ancora più di un mese, ma qualche indizio sulla prossima stagione sta già cominciando a trapelare.
La Formula Pro probabilmente vedrà qualche stravolgimento regolamentare per dare nuova linfa allo storico campionato di e-RS, per ulteriori dettagli sarà però necessario aspettare ancora un po’.
I primi annunci riguardano invece l’eSport Endurance Series, che tornerà dunque per una seconda stagione: come per la prima, le tappe del campionato saranno 8, ma a cambiare saranno probabilmente alcune piste, e la durata delle gare. Scordatevi eventi dalla durata inferiore ai 240 minuti, e preparate invece il vostro equipaggio per correre fra le 6 e le 12 ore.

About author
Valerio Ferraris

Valerio Ferraris

Direttore di gara e articolista su e-Racing Series.

Your email address will not be published. Required fields are marked *