Racing Line Motorsport si aggiudica la prima endurance su ACC

Racing Line Motorsport si aggiudica la prima endurance su ACC

La coppia Montalbano-Zanella domina la 8 ore di Spa a bordo dell’Audi, conducendo per 140 dei 199 giri totali

Il sole splendente delle Ardenne di sabato 4 luglio ha accolto i 34 equipaggi presenti in pista per la nostra prima endurance su Assetto Corsa Competizione, mentre la notte ha fatto da cornice alla bandiera a scacchi, dopo 8 ore di spettacolo in pista.

La gara

La DGS #68, vittima di un incidente nelle prime fasi, è presto risalita in classifica

Che la Racing Line Motorsport #192 fosse molto competitiva si era già capito dalle qualifiche. Con il tempo di 2.16.878, Giuseppe Montalbano è stato l’unico a scendere sotto il muro del 2.17, sul quale hanno invece impattato l’altra Audi #753 del team Vanguard (2.17.067) e la Ferrari #285 del Rebel Racing Team (2.17.238).

Nonostante fosse uno special event, i piloti hanno dimostrato una grande consapevolezza circa la durata della gara. Il primo giro è andato via in maniera quasi perfetta, fatta eccezione per un contatto alla Bus Stop, che ha visto l’Aston #68 dei DGS finire in testacoda. L’episodio è stato prontamente sanzionato dalla Direzione Gara live, novità rispetto ai campionati visti fin qui su e-Racing Series.

Proprio gli ufficiali di gara, nel corso dell’evento, sono stati spesso chiamati in causa con l’utilizzo del Full Course Yellow. Questa particolare procedura, in uso da due anni sull’eSport Endurance Series di rFactor 2, prevede una neutralizzazione della gara in caso di incidenti particolarmente gravi. In questo modo, le vetture incidentate possono tornare ai box in sicurezza, senza creare pericolo per le vetture che altrimenti sopraggiungerebbero a velocità di gara. La prima di queste situazioni è entrata in vigore dopo circa due ore e mezza per l’incidente occorso alla Ferrari #32 del MTRacing_Team.

Traguardo

La #192, qui impegnata in un doppiaggio sulla #285: sfortunatamente un problema ci impedisce la visualizzazione della livrea

Sul traguardo, all’1 di notte circa, è passata per prima l’Audi #192, ancora con Montalbano alla guida. Una vittoria meritata, frutto di una gara pressoché impeccabile, partita nel migliore dei modi con la pole position e conclusasi con il primo posto finale. Per loro, anche il giro più veloce della gara, in 2.18.390. Alle sue spalle, a un giro di distanza, la Ferrari #285 dell’equipaggio Actis – Albanese – Iezzi – Puzzarini.

La Bentley #90, terza al traguardo, in lotta con la Bentley #23

Sul gradino più basso del podio invece la Bentley #90 dell’Apex Italian Racing. Mastrota, Noris e Tuzi sono stati autori di una fantastica gara di rimonta, dopo essere partiti da un’anonima P15 in griglia, a dimostrazione di quante cose possano succedere in una gara così lunga. Un’altra rimonta è stata compiuta dalla vettura ai piedi del podio, la BMW #42 guidata da Alfredo Santarcangelo e Aristotelis Vasilakos, special guest dell’evento. Anche per loro una qualifica deludente (P19), presto cancellata dal risultato finale. Il resto della classifica è facilmente consultabile cliccando su questo link.

Il futuro delle endurance ACC su e-Racing Series

Quella di sabato è stata la gara zero per e-RS, una base sulla quale costruire un campionato. L’imminente arrivo delle GT4 renderà queste gare ancora più interessanti, grazie all’introduzione della componente multiclasse. Ciò che è mancato a Spa è stato il live timing, al quale dedicheremo un articolo a breve, e un po’ di fortuna per alcuni equipaggi, colpiti da disconnessioni o altre problematiche di carattere tecnico.

Con questa gara mandiamo in archivio la stagione 2019-2020. Con ancora più di due mesi all’avvio della 2020-2021, avremo tutto il tempo per svelarvi qualche dettaglio in più nel corso dell’estate. Stay tuned!


Rivivi con noi le 8 ore di gara su Pitlane TV!


About author
Valerio Ferraris

Valerio Ferraris

Direttore di gara e articolista su e-Racing Series.