0

Lamborghini ST-EVO: tre continenti, tre categorie, sei vincitori, premi straordinari, grandi simdrivers, grandi team, tutto questo è ST-EVO by E-Racing Series.

AMERICA

ST – EVO AMERICA, era la divisione con il maggior numero di Lamborghini “guidate” da simdrivers di richiamo: Muià, Diana, Tozzato, Massetti, Savini e non per ultimo Amos Laurito. Questa divisione si presentava come certamente la più mediatica oltre a loro ne facevano parte Kikko Galbiati (pilota ufficiale Lamborghini Super Trofeo) e Silvio Saladdino (con i colori del neonato team VIG Project Racing Team alla prima esperienza sul portale ERS.

Entrambe le qualifiche erano ad appannaggio del team Racing ON3, Savini firmava la pole di qualifica 1 e Muià quella di qualifica 2, mentre Laurito e Diana si scambiavano il terzo posto nelle manches di qualifica. Le Lamborghini sul tracciato di Mid Ohio erano un pò ingabbiate e non potevano sprigionare tutta la loro potenza.

STATISTICHE COMPLETE ROUND 1 AMERICA ST-EVO

Paolo Muià (Racing ON3)

 

Sul circuito molto tecnico di Mid Ohio sono i due piloti del Team Racing On3 Paolo Muià e Daniel Savini a dominare gara 1 nell categoria PRO. Ottima prestazione anche per Amos Laurito pilota dei Samsung Morning Stars; l’unico in grado un pò d’impensierire i due simracers e che, alla fine della prima manche, guadagna il terzo posto davanti a Fabio Diana (GTWR – CarMan), mai però nel vivo della gara. Buono il nono posto per Kikko Galbiati, autore di una gara “gagliarda”. Purtroppo segnalavamo i ritiri per Del Pero, Massetti e Tozzato, per molti di loro il “lag” dovuto alla pesantezza della pista era stato fatale.

In gara due: ci poteva essere ancora doppietta (sfumata all’ultimo sospiro) Racing On3 ma Daniel Savini, nel corso dell’ultimo giro complice un doppiaggio, è stato protagonista di un contatto che lo ha portato a un amaro ritiro (un vero e proprio RAGE QUIT). Delusione per il simdriver e per il proprio team che regala così la vittoria al compagno di squadra Paolo Muià, seguono poi Amos Laurito e Fabio Diana. Bene la new entry Silvio Saladdino, il simdrivers toscano coglie una ottima decima piazza generale e seconda di categoria PRO-AM.

Davvero tante sportellate su questo tracciato a bordo dei bolidi Lamborghini, nonostante qualche problema e una pista non adatta, il divertimento non è assolutamente mancato.

EUROPA

Nel continente europeo il primo ROUND è stato svolto nel tempio della velocità, ovvero Monza, qui le Lamborghini ST-EVO sono state messe alla frusta dai simdrivers, in questa divisione, non mancano i manici buoni, tra cui: Santoro, Mannu, De Vita, Izzo, Miraglia, Morelli e Slanzi. Entrambe le qualifiche hanno detto che erano ben 12 le vetture dentro il secondo di distacco, Danilo Santoro del team Samsung Morning Stars, firmava entrambe le pole, seguito in Q1 da Mannu e Izzo, mentre in Q2 Izzo portacolori GTWR – CarMan era secondo, terzo era De Vita.

 

STATISTICHE COMPLETE ROUND 1 EUROPA ST-EVO

Mattia Izzo (GTWR Car.Man)

Come detto nella Divisione EUROPA ST-EVO, le prime due gare si sono svolte nel tempio della velocità: Monza. La prima manches la aggiudica il pilota del Samsung Morning Stars Danilo Santoro, al secondo e al terzo posto chiudono Mattia Izzo (GTWR – Car.Man) e Marco Slanzi.

Il ritmo di Santoro in gara uno era inarrivabile per tutti; mentre nella seconda manche i duelli tra i primi tre protagonisti regalavano un bello spot tra incroci di traiettoria e porte chiuse in faccia: simracers davvero molto corretti. Alla fine di questa intensa ed emozionate battaglia, Mattia Izzo vinceva una bellissima gara 2, seguito da Santoro e Slanzi. Monza non deludeva le aspettative ed era sicuramente tra i migliori tracciati per poter portare al limite le prestazioni della Huracan ST EVO.

 

ASIA

 

Concludiamo non per ordine di importanza con la terza divisione, ovvero la ST-EVO ASIA, protogonista era il circuito di Sepang, contraddistinto da due grandi rettilinei e staccate violente, sarà sicuramente un tracciato luogo di numerose lotte e sorpassi. In questa divisione troviamo due piloti professionisti come: Jonathan Ceccotto e Alessandro Altoè, insieme a noti simdrivers come: Di Lorenzo, Pasquali, Levantini e Cassarà.

Le Qualifiche erano decisamente meno livellate rispetto alla divisione Europa, 5 vetture dentro al secondo in Q1; mentre in Q2 solo 4. In Q1 Pasquali poleman, davanti a Di Lorenzo e Luca Losio. In Q2 la pole era per Di Lorenzo, davanti a Luca Losio e Ceccotto.

STATISTICHE COMPLETE ROUND 1 ASIA ST-EVO

Luigi Di Lorenzo (Samsung MorningStars)

A Sepang sono mancate le sorprese: in primis, uno “sfortunatissimo” (per non dire altro) Daniele Pasquali, che dopo aver dominato la prima parte di gara uno, era costretto al ritiro, ne approffitava Luigi Di Lorenzo. Tutto sembrava filare liscio per il pilota del Samsung Morning Stars quando, un altro colpo di scena di a un solo giro dalla fine, era costretto a tornare ai pit per un velocissimo rifornimento che dava a questo punto strada libera e vittoria al pilota Jonathan Ceccotto, che ringraziava. Dietro di lui Di Lorenzo e Luca Losio.

La seconda manche scorreva abbastanza liscia per tutti i piloti: Di Lorenzo imbarca il giusto quantitativo di benzina e volava verso la vittoria (sfuggita in gara 1) davanti agli avversari di gara 1: Losio e Ceccotto.

Sepang é stata sicuramente all’insegna dei colpi di scena almeno in gara 1.

 

CLASSIFICA ERS ST-EVO 2019

Your email address will not be published. Required fields are marked *