Nella #ITGT2018 by E-Racing Series, siamo arrivati a metà della stagione, il campionato è ancora aperto, l’arrivo di Luca Tozzato, ha scompigliato le carte in tavola, rendendo il campionato decisamente più avvincente, il pilota Lamborghini Huracan, comanda la classifica (due vittorie piene già all’attivo), davanti a Michele Morelli di soli 5 lunghezze, nonostante i problemi avuti l’alfiere dell’Italia Racing Team rimane un avversario tosto e difficile, darà filo da torcere fino alla fine. Daniele Giuntini leader del campionato fino al ROUND 3 di Misano e sempre molto “regolare” deve rifarsi dopo un round sulla riviera romagnola non da ricordare, il distacco da recuperare è di 11 lunghezze sul capoclassifica e in più, difendersi dal duo Miraglia – Pischedda, che gli insidiano il podio a soli 4 punti di distacco. In categoria SILVER Emanuele Napolitan, sembra avere vita facile con quasi 40 punti di vantaggio sulla coppia Ninci – Soave, occhio però alla riscossa di Vigliotti, rinfrancato dalla “gita” sull’Adriatico di Misano, sembra in palla, stasera ritornerà l’eterna lotta con Calò, di rientro dopo l’assenza nel ROUND 3. Nella classifica TEAM, lotta serrata tra Italia Racing Team e Wolf Racing Team, davvero distacchi minimi. Il menù sembra davvero gustoso, per questo round nella terra della fiorentina al sangue, non poteva esserci abbinamento più azzeccato, come sempre ASZ Magazine è pronta a farvi rivivere le azioni di questo stupendo campionato #ITGT2018, come sempre by E-Racing Series.

 

QUALIFICHE

Luca Tozzato (Huracan – Samsung MorningStars Akademy), firmava la pole position con 1.47.101, staccava di tre decimi Michele Morelli (R8 LMS – Italia Racing Team) e Walter Ponzo (R8 LMS – Italia Racing Team), poi al quarto posto vi era Alessandro Miraglia (650S – Deko Motor Sport), quinto Daniele Giuntini (650S – TCR2), sesto Michele Liguori (650S – TCR), settimo Nicola Mura (Z4 – Wolf Racing Team), ottavo Flavio Giunchi (R8 LMS – Italia Racing Team 2), nono il leader cat. SILVER Emanuele Napolitan (488 – Wolf Racing Team 2), chiudeva la top ten, Cristian Macrelli (Z4 – Sim Racing Motors) che aveva partecipato anche al primo round della #F4SERIESWC by ERS. Potevamo notare, come i distacchi al Mugello siano molto più ampi, rispetto allo scorso round, i motorizzati famiglia Lamborghini/Audi, sembravano avere un passo in più, rispetto alle più agili Mclaren 650, che infatti sono presenti dalla quarta alla sesta posizione, mentre le auto sovracitate occupano le prime 3 posizioni della griglia. Nei primi 10, ci sono 9 GOLD e un solo SILVER. Napolitan come detto che guidava la classifica SILVER in queste prove, davanti a Fabrizio Ninci (650S – TCR undicesimo assoluto) e Luigi Parise (488 – Kaktux Racing Team, new entry del campionato e quattordicesimo assoluto). Renato Vigliotti (R8 LMS – Delta Squadra Corse) rimaneva davanti a Mariano Calò (650S – Deko Motor Sport) in questa qualifica di meno di due decimi di differenza, ci aspettavamo grande battaglia tra i due. In difficoltà, in penultima pozione era Federico Soave (Huracan – ABS Motorsport). Sarà di nuovo Tozzato vs Morelli ancora in questo round o la “sorpresa” Ponzo potrà essere della partita per dare una mano al compagno di team? ci saranno tante battaglie soprattutto per il podio, inoltre assisteremo alla prima sfida ad armi pari tra i due commentatori di PITLANE TV, Calo e Vigliotti?, tutte queste domande, erano rimandate alla gara, come sempre per prima la QRACE, sprint da 15 minuti.

 

QUALIFYING RACE

 

Dopo l’ingresso della SC in corsia box, guidata come sempre dal “traversista” Cosimo Accoti, Tozzato, controllava bene Morelli [foto1] che alla staccata della San Donato, sembrava perdere un pò di contatto dalla Huracan, dietro di loro, Ponzo era assalito da Miraglia e Giuntini, quest’ultimo sembrava involontariamente toccare Liguori, che perdeva tempo e posizioni, risucchiato dal gruppone. Tra la Luco e Poggio Secco, succedeva il caos [foto2], Macrelli (Z4 – Sim Racing Motors) si girava per un e senza colpe, metteva in subbliglio tutto il gruppo, vedevamo coinvolti, Napolitan, Parise e Liguori (650S – TCR), più altre vetture che cercavano spazio in quel groviglio di auto. Ancora contatti dopo il caos creato, coinvolti Calò e Vigliotti, quest’ultimo colpiva una Huracan (Correggia) dopo essere stato colpito da una BMW (Mura), era veramente stata una partenza molto confusa di questa QRACE, tanto che dalla regia si invocava la Safety Car, per riportare la calma. Infatti la Direzione Gara puntualissima permetteva alla Giulia griffata ERS di uscire e aspettare il gruppone davanti al rettilineo per poter permettere la ripartenza.

Dopo due giri sotto SC, la gara ripartiva per 10 minuti di pura battaglia, stavolta era tutto regolare, non si segnalavano toccate e o incidenti. Tozzato manteneva la leadership davanti a Morelli e Ponzo che era insidiato da Miraglia, dietro di loro battaglia tra Urbani (R8 LMS -Delta Squadra Corse) e Pischedda (Z4 – Wolf Racing Team), dove l’Audi prendeva la posizione alla BMW in staccata alla San Donato. Grande sorpasso di Calò su Pellegrino (Z4 – Sim Racing Motors) [foto], alla staccata della San Donato, il commentatore di PITLANE TV è al momento primo della categoria SILVER (nono assoluto), davanti a Vigliotti che era dodicesimo assoluto, bella bagarre in categoria SILVER. Davanti Tozzato e Morelli, facevano ritmo a se, viaggiando in coppia. Vigliotti finiva a muro, dopo un contatto con Ferrara (Mercedes AMG).

Che lotta per il secondo posto della categoria SILVER, Ferrara, Ninci, Napolitan e Parise, erano loro i protagonisti della parte finale di gara, serie di attacchi e sorpassi di Napolitan su Ninci, Ferrara davanti non dava spazio e finiva a muro alla Materassi dopo un contatto con Napolitan [foto], spettatore fin lì era rimasto Parise, che però rientrava sul gruppetto.

Luca Tozzato era il vincitore della QRACE in una lotta serratissima con Michele Morelli, che non aveva mai osato l’attacco se non nelle prime fasi delle due ripartenze, dietro di loro, arrivava Walter Ponzo, autore di una gara solida e chiudeva il podio. In categoria SILVER, grande prova di Mariano Calò (#aszdriveroftheday nella QRACE), nono assoluto, era il vincitore di categoria. Ora era tempo di ricapitolare il tutto:

GENERALE: 1° TOZZATO 2° MORELLI 3° PONZO
GOLD: 1° TOZZATO 2° MORELLI 3° PONZO
SILVER: 1° CALO’ 2° PELLEGRINO 3° PARISE

In Direzione Gara, si prendevano provvedimenti post-gara: Cristian Macrelli (Sim Racing Motors) e Fabrizio Ninci (TCR)venivano squalificati entrambi dalla Qualifying Race del Round 4 e infliggeva ai due piloti il salto della Qualifying Race e conseguente partenza dal fondo nella Main Race Round 5.

MAIN RACE

Dopo questa QRACE molto movimentata, eravamo pronti a seguire la partenza della MAIN RACE, vedremo se Morelli proverà ad attacare Tozzato, complice anche la strategia box, che poteva avere un “peso specifico” non indifferente. In categoria SILVER, veramente piena zeppa di contatti, eravamo impazienti di vedere se Calò poteva portarsi a casa una doppietta e magari battagliare con Vigliotti, che anche in questo round è stato troppo immerso nei guai.

Alla partenza tutto filava liscio, Ponzo provava l’attacco su Morelli che cercava di non perdere troppo tempo da Tozzato, Miraglia provava ad avvinarci a Ponzo[foto1],alla San Donato, si era tutti molto vicini, ma tutto filava liscio. Dietro Liguori provava a superare Calò. Napolitan perde l’auto all’Arrabbiata 2, mentre contatto tra Calò e Parise[foto2], con il primo che scoda e finisce a muro, rientrando in fondo al gruppo. Doppio sorpasso alla San Donato, Mura su Urbani per la settima piazza e Soave su Ferrara per la diciasettesimaSi ritirava il leader della categoria SILVER Napolitan, mentre Parise sorpassando Liguori diventata nono assoluto e leader di categoria SILVER davanti a Ninci e Vigliotti. Morelli era veramente vicino a Tozzato, francobollato agli scarichi della Lamborghini Huracan. Mura dopo un inizio spumeggiante, scendeva fino alla decima posizione.

 

Si apriva la corsia box per il PIT obbligatorio, il primo ad entrare era Mura, poi Pischedda, quindi successivamente, dentro anche Ferrara e Soave; Morelli andava ai box, cercando l’undercut su Tozzato che doveva anche effettuare un doppiaggio, vedremo questa strategia pagherà dopo il pit della Huracan griffata Samsung MorningStars Akademy; oltre alla R8 LMS del Italia Racing Team entravano in corsia box anche Giuntini, Urbani, Liguori e Parise. Al rientro in pista Tozzato è dietro a Morelli [foto] che quindi passava a condurre con qualche decimo di vantaggio e ora vedremo se l’Audi con pista libera ne avrà di più per fare della selezione oppure, assisteremo al duello “alla colla” tra i due. Ponzo rimaneva il terza piazza, seguito da Miraglia e Pischedda. Al momento non vi erano delle battaglie in pista. Drive Trought per Calò e Ninci.

Ci provava Tozzato su Morelli, in seguito ai problemi di quest’ultimo con una Huracan doppiata (Mangani), l’attaccavo iniziava dopo il traguardo, per continuare alla San Donato, dove con una grande staccata all’esterno Morelli difendeva la posizione tra la Luco e la Poggio Secco, nel quale Tozzato aveva un accenno di spin che lo portava ad alzare il piede dal gas, dando un pò di vantaggio a Morelli, che aveva compiuto, una grandissima difesa, bel tentativo di Tozzato e grande risposta di Morelli.

La MAIN RACE, sorrideva a Michele Morelli, che grazie alla sosta e una grandissima difesa portava a casa il bottino pieno, davanti a Luca Tozzato che ci aveva provato ma non ha potuto nulla contro l’ottima difesa di Morelli; terzo si confermava Walter Ponzo. In categoria SILVER, davanti a tutti l’esordiente Luigi Parise (8ò assoluto a cui andava il premio #aszdriveroftheday della MRACE), davanti ad un pimpante  Renato Vigliotti (9ò assoluto), chiudeva il podio di categoria Angelo Pellegrino (10ò assoluto). Sfrotunato Calò nelle prime fasi di gara, riusciva nonostante un drive trought a chiudere dodicesimo assoluto e quinto di categoria davanti a Ninci. Ora era il tempo di ricapitolare tutti gli ordini di arrivo:

 

GENERALE: 1° MORELLI 2° TOZZATO 3° PONZO
GOLD: 1° MORELLI 2° TOZZATO 3° PONZO
SILVER: 1° PARISE 2° VIGLIOTTI 3° PELLEGRINO

 

CLASSIFICHE

Esattamente a metà campionato, la lotta in testa era in totale parità. tra Morelli e Tozzato, sembrano questi due i principali candidati alla lotta finale per il titolo. Buon round per Miraglia che sale al terzo posto in graduatoria. Per Giuntini dopo Misano un altro round da scordare solo 14 punti raccolti in 4 manches lo portano lontano dalla lotta per il titolo finale, ma ancora in gioco per il podio insieme a Pischedda (quarto).

I valori della categoria GOLD rispecchiano il linea generale quelli della classifica ASSOLUTA, solo che qui Morelli è un punto avanti a Tozzato, ma ci sarà battaglia fino in fondo.

Round un pò amaro per il leader Napolitan, solo 7 punti raccolti, che cmq non scalfiscono più di tanto la sua leadership di categoria a metà campionato, i punti sono ora 29 di vantaggio, visto la giornata no, una cosa positiva. Pellegrino è in piazza d’onore, ma la lotta per il secondo posto è agguerrita, Soave a 61 punti può puntarci visto il -7, vero che ha subito l’aggancio di Vigliotti che con 50 in 4 manches è a parimerito al terzo posto e non distante dal secondo. Mettiamo ancora in lotta almeno per il podio finale, almento altri 3 simdriver: Ninci, Calò e Correggia.

Per il titolo TEAM, lotta a due tra Italia Racing Team e Wolf Racing Team, con netto vantaggio nel primo, fuori dai giochi oramai Deko Motorsport che può insidiare il secondo posto. Sia in #EUGT che in #ITGT assistiamo ad una lotta un pò “soporifera” per questo alloro.

 

Per questo round è tutto, ci “scriviamo” per il prossimo ROUND, quinta tappa #ITGT2018 by E-Racing Series, da Vallelunga, per la seconda metà del campionato.

 

Your email address will not be published. Required fields are marked *