Dopo la sosta per Halloween, riprende il Campionato Italian GT esport Series 2018 by E-Racing Series, si corre nella Riviera Romagnola, precisamente nel Misano World Circuit Marco Simoncelli, circuito difficile e tortuso con le sue famose curve: Carro, Quercia e Tramonto, caratteristiche del circuito romagnolo. In questo circuito ci hanno corso anche le GT3 del #EUGT e abbiamo visto come le alcune vetture siano più performanti di altre (su tutte le Mclaren). Ci siamo lasciati alle spalle in Francia al Paul Ricard la vittoria della new entry Tozzato (Samsung MorningStars Akademy) che è stato subito promosso nella categoria GOLD, in una battaglia con Morelli con scontro tra i due negli ultimi minuti di gara, però i primi tre della classifica generale e GOLD sono Giuntini 41 (TCR2), Scionti 34 (Sim Racing Roma Academy) e Miraglia 28 (Deko Motor Sport); mentre in categoria SILVER abbiamo Napolitan 53 (Wolf Racing Team 2), davanti a Soave 39 (ABS Motorsports) e Ninci 38 (TCR). Per quanto riguarda i TEAM, lotta aperta tra Italia Racing Team 49, TCR 2 41 e Sim Racing Roma Academy 40. Ci aspettiamo una sfida come sempre combattuta e piena di battaglia, ASZ Magazine è pronta a farvi rivivere il ROUND 3 del #ITGT2018 pronti!!!

 

QUALIFIYNG

Michele Morelli (Audi R8 LMS – Italia Racing Team) si aggiudicava la POLE POSITION, 1.36.006 staccava di soli 59 millesimi, Luca Tozzato (Huracan – Samsung MorningStars Akademy), terzo era il leader del campionato Daniele Giuntini (Mclaren 650S – TCR 2). Ottimo quarto era il SILVER Fabrizio Ninci (Mclaren 650 S – TCR) staccato di meno di mezzo secondo dal leader e a contatto con Giuntini. Seguivano: Alessandro Miraglia (Mclaren 650S – Deko Motor Sport), Daniele Pischedda (BMW Z4 – Wolf Racing Team), Michele Liguori (Mclaren 650S – TCR), Nicola Mura (BMW Z4 – Wolf Racing Team), Stefano Urbani (Audi R8 LMS – Delta Squadra Corse), chiudeva la top ten, l’altro SILVER e leader della classifica suddetta Emanuele Napolitan (Ferrari 488 – Wolf Racing Team). Renato Vigliotti (Audi R8 LMS – Delta Squadra Corse) chiudeva al 13esimo posto (terzo in SILVER), non troppo distante dalla top ten, stasera senza il suo “rivale” Mariano Calò, assente in pista; Federico Soave (Huracan – ABS Motorsport) era più in difficoltà, chiudeva la qualifica in 17esima posizione.  Come detto nella presentazione della gara, le Mclaren (4 auto nelle 10) sembrano decisamente a loro agio sul Santamonica, occhio però alla bravura di Tozzato e a qualche exploit dalle retrovie, la QUALIFYNG RACE sarà come sempre senza respiro.

GENERALE e GOLD: 1° MORELLI 2° TOZZATO 3° GIUNTINI
SILVER: 1° NINCI 2° NAPOLITAN 3°VIGLIOTTI

 

 

QUALIFYING RACE

 

Partenza ROUND 3 #ITGT2018 by E-Racing Series: Morelli (Audi R8 LMS), teneva la pole position davanti a Tozzato (Huracan) e Giuntini (Mclaren650S). Tutto liscio alla prima curva.

Tra la Curva 1 e la 2, succedeva il contatto tra Miraglia e Ninci, dove il primo toccava la parte posteriore sinistra del secondo, causando il testacoda, della Mclaren “verde-fluo” TCR che ripartiva 20esima.

Morelli controllava Tozzato e Giuntini in partenza; nella prima esse, dietro assistevamo al contatto tra Ninci e Miraglia dove quest’ultimo colpiva la Mclaren verde-flash. Miraglia perdeva una posizione, attaccato da Pischedda, mentre Ninci perdeva molto di più e ripartiva 15esimo. Tozzato sembrava tenere il passo e in alcuni casi si avvicinava a Morelli, che però si difendeva bene, i due prendevano il largo su Giuntini che non aveva grossi problemi e teneva dietro il gruppone. Giunchi (Audi R8 LMS – Italia Racing Team 2) effettuava un testacoda in bagarre con Ninci e ripartiva in 20esima posizione. Orlando Ferrara (Mercedes AMG -GT3) “new entry” era purtroppo, il primo ritirato della gara.

Ninci (Mclaren 650S) in modalità “rimonta” dopo essere ripartito praticamente dal fondo, attaccava un coriaceo Vigliotti (Audi R8 LMS) alla curva della Quercia, portando a termine il sorpasso in maniera pulita.

Il portacolori del Delta Squadra Corse (Audi R8 LMS), si dimostrava davvero combattivo e alla Curva del Carro, ripassava Ninci che doveva avere a che fare con un bell’osso duro in questa QRACE. #Vigliottiful

In situazione sostanzialmente tranquilla nelle prime posizioni a metà gara, segnalavamo i sorpassi di Macrelli (BMW Z4 – Sim Racing Motors) e La Paglia (BMW Z4 – Sim Racing Roma Academy),su Napolitan (leader della categoria SILVER) un pò in difficoltà che lo facevano uscire dalla top ten. Bella era la lotta tra Ninci e Vigliotti per la 12°/13° posizione e per il podio di categoria SILVER, sorpasso della Mclaren sull’Audi e risposta del portacolori del team Delta Squadra Corse a quello TCR; in un circuito in cui il sorpasso era molto difficoltoso.

Liguori (Mclaren 650S “Verde Flash” TCR) tamponava l’incolpevole Miraglia (Mclaren 650S – Deko Motor Sport) alla Quercia andando poi direttamente a “muro” dopo il testacoda dovuto ad esso. [ASZ Magazine photo exclusive]

Three-way alla Curva del Carro: Vigliotti (Audi R8 LMS) provava, a riprendersi la posizioni su Ninci (Mclaren 650S), ne voleva approffitare Pellegrino (BMW Z4) che si inseriva praticamente sul cordolo interno affiancato all’Audi. Proprio la BMW di Pellegrino ne usciva “malconcia” girandosi in uscita, probabilmente tamponata da Ninci.

Altro contatto alla Quercia tra Liguori e Miraglia, la regia ci mostrava solo la parte finale con la Mclaren 650S del Team TCR praticamente “stampata” sulle barriere del prottetive della curva Quercia. Nel mentre assistevamo al sorpasso di Ninci su Vigliotti, proprio nella medesima curva. Nel proseguimento del giro, Ninci arrivava leggermente lungo all’ingresso della curva del Carro dove tentavano un sorpasso in tre, Vigliotti su Ninci e Angelo Pellegrino (BMW Z4 – Sim Racing Motors) su entrambi ne veniva fuori una carambola, dove ad avere la peggio era proprio Pellegrino che si girava davanti a Ninci (che probabilmente nella “bagarre” del tentativo del sorpasso lo tamponava), Vigliotti prendeva vantaggio su questi e lo stesso Ninci veniva attaccato e passato anche da Vincenzo Acquaviva (Huracan – ABS Motorsports). Ninci passava Acquaviva all’esterno della curva 1; altro sorpasso quello di Macrelli su Urbani che valeva la settima piazza.

Michele Morelli si aggiudicava la QRACE, davanti a Tozzato e Giuntini. Napolitan vincenva la categoria SILVER, davanti ad un ottimo e combattivo Vigliotti e Ninci.

Michele Morelli si aggiudicava la QUALIFYING RACE, davanti a Luca Tozzato e Daniele Giuntini, queste erano le prime tre posizioni per la classifica GENERALE e GOLD; negli ultimi due giri, assistevamo a Ninci che tentando in sorpasso su Vigliotti dopo averlo ripreso, mandava tutto all’aria, perdendo la sua vettura in appoggio e girandosi verso l’erba dopo il Curvone; infine Mura saliva al quinto posto, passando Miraglia, probabilmente tra la prima e la seconda curva dopo il traguardo. In categoria SILVER, Emanuele Napolitan (decimo assoluto), davanti ad un buon e combattivo Renato Vigliotti si portava a casa la piazza d’onore, a chiude il podio di categoria Fabrizio Ninci in una gara per lui molto “tumultuosa”. Una QRACE davvero combatutta soprattutto a centro gruppo, mentre i primi due si sono controllati, guidando in maniera pulita e molto più veloce rispetto agli altri. Sicuramente questa QRACE non ha annoiato gli spettatori e speriamo neanche i lettori. Ricapitoliamo le classifiche, in attesa della MAIN RACE di questo ROUND3 #EUGT2018.

GENERALE: 1° MORELLI 2° TOZZATO 3° GIUNTINI
GOLD: 1° MORELLI 2° TOZZATO 3° GIUNTINI
SILVER: 1° NAPOLITAN 2° VIGLIOTTI 3° NINCI

 

MAIN RACE

Partenza della MAIN RACE con Tozzato (Huracan) che subito era aggressivo alle spalle di Morelli (Audi) e iniziava la manovra di sorpasso.

Tozzato superava Morelli e si portava in testa; dietro grande bagarre per il podio con Giuntini, davanti a Pischedda, Mura e Miraglia, davvero agguerittissimi.

Tozzato subito aggressivo alla partenza, stavolta non fa sconti e supera subito Morelli chiudendo il sorpasso alla Curva Rio; dietro grande bagarre, Pischedda tentava il sorpasso su Giunchini alla Quercia sfruttando l’errore di quest’ultimo un pò largo in entrata; Miraglia toccava il posteriore di Mura e lo faceva girare perdendo due posizioni. Lotta avvincente tra Ninci e Acquaviva nelle retrovie.

Era una bella “frittata” tra La Paglia, Macrelli e Miraglia come “spettatore”, ne approffitava Mura che prendeva vantaggio, mentre Macrelli era il più penalizzato visto che dopo il contatto, ripartiva 15esimo.

Grande lotta tra Miraglia e La Paglia, si scambiavamo la quinta piazza con la Mclaren 650S che teneva la posizione e si difendeva dalla BMW. Infatti La Paglia alla curva del Carro entrava deciso su Miraglia e si riportava in quinta posizione. Ninci e Vigliotti iniziavano la battaglia come nella QRACE. Non ci sono soste, si infiammava la lotta dalla quinta all’ottava posizione, La Paglia, Miraglia e Macrelli erano i coinvolti, tra errori e sportellate, alla fine chi aveva la peggio era Macrelli (ripartiva 15esimo) che si ritrovava in testacoda, complice una toccata e perdeva posizioni, Mura riusciva a salire di nuovo in quinta posizione, mentre tra Miraglia e La Paglia non finivano i contatti.

Altro contatto tra Ninci e Vigliotti nella bagarre “personale”, l‘Audi tocca il posteriore della Mclaren e quest’ultima si gira, entrambi perdevano molto tempo e posizioni (Vigliotti 13esimo), Ninci (15esimo) che tra le curve 1 e 2 perde di nuovo la sua Mclaren e va sull’erba probabilmente la monoposto inglese non è nelle migliori condizioni.

Arrivava il momento clou del PIT OBBLIGATORIO, Morelli provava l’UNDERCUT su Tozzato, il quale alla sua uscita si ritrovava davanti di 4 decimi, purtroppo, poco dopo un drive-trought da scontare, ci privava della lotta in pista tra i due mattatori di questo ROUND 3.

Si apriva la finestra del PIT OBBLIGATORIO in questa MAIN RACE, i primi ad entrare in corsia box erano: Liguori e Macrelli. Intanto c’era lotta anche per il primo posto, tra Tozzato e Morelli i due facevano l’elastico e si marcavano a vicenda, Morelli sembrava averne di più per tentare un sorpasso, ma Tozzato si difendeva bene e cercava in qualche giro di tenerlo a distanza. Al pit andavano Pischedda (terzo in generale) e Napolitan (leader della categoria SILVER). Morelli provava l’undercut su Tozzato, vedremo quando il pilota della Huracan farà il suo pit (al giro seguente) se ci sarà stato del vantaggio. Tozzato usciva dal suo pit davanti a Morelli di 4 decimi, ma la Huracan doveva scaldare e rodare le gomme rispetto all‘Audi R8 LMS. Ma qui accadeva il colpo di scena, quando tutti si aspettavano una sfida all’ultima staccata tra i due, Morelli scontava un drive trought e doveva lasciare il via libera alla Huracan e anche alla BMW di Pischedda che saliva secondo.

Dopo i PIT STOP le distanze erano più ampie rispetto alla prima parte di gara; Miraglia era ai piedi del podio dopo le grandi battaglie, quinto era Mura, poi sesto Liguori, settimo La Paglia, ottavo Urbani, nono Napolitan (primo di categoria SILVER), chiudeva Macrelli che aveva anticipando il pit (appena partita la PIT OPEN) ritrovava il decimo posto. In pista al momento non si intravedevano bagarre. Da segnalare la lotta tra Pellegrino, Soave e Ninci, che vedeva quest’ultimo uscirne “sconfitto”, cosi come Giuntini che non riusciva a risalire la classifica. Ferrara si ritirava come nella QRACE, un esordio amaro per lui e per la Mercedes.

Morelli con una serie di giri da qualifica, riprendeva Pischedda che dopo il drive trought dell’Audi era salito al secondo posto, bella manovra pulita alla Quercia, nonostante la BMW avesse fatto segnare i propri tempi migliori, per non farsi superare. Grande rimonta di Morelli, che riesce a riprendersi la seconda piazza.

Grande sorpasso di Morelli su Pischedda alla Quercia, manovra pulita, cosi come la difesa nelle successive curve, il pilota Italia Racing Team, ha recuperato quasi 4 secondi al suo rivale, girando per alcuni minuti su tempi da qualifica, questo gli aveva permesso di avvicinarsi alla seconda posizione e allontanando la poteziale replica dell’alfiere del Wolf Racing Team, che in pochi giri alza bandiera bianca al ritmo dell’Audi R8 LMS.

Luca Tozzato, vincenva la MAIN RACE, grazie al sorpasso nelle prime tre curve del primo giro, per poi controllare sempre Morelli e sfruttarne il suo DRIVE TROUGHT. A podio andavano anche Morelli e Pischedda. In SILVER conferma per Napolitan, davanti a Vigliotti rinvigorito dalla terra romagnola. Brutta giornata per Giunchini e Ninci.

Luca Tozzato si aggiudicava la MAIN RACE davanti a Michele Morelli e Daniele Pischedda, una gara decisamente molto “maschia” come avevano più volte ribadito dal commento durante la diretta; Tozzato difendeva bena la sua prima posizione dopo il sorpasso iniziale per poi controllare, sfruttando il drive trought di Morelli (complice una serie di tagli), riusciva a riprendersi la seconda posizione, grazie ad un grande passo gara; terzo era Pischedda autore di una gara solida e senza sbavature, coltivava per un pò l’idea di una piazza d’onore, ma si arrendeva al gran passo di Morelli, nonostate il avesse aumentato il proprio. In categoria SILVER: conferma per Emanuele Napolitan davanti a Renato Vigliotti (per noi #ASZdriveroftheday) e a Vincenzo Acquaviva. Una bellissima MAIN RACE su un circuito molto difficile, quante contatto extra ma davvero una piacevole gara, cosi come speriamo sia stata piacevola la lettura. Vediamo nel dettaglio i risultati di questo ROUND3 #ITGT2018 by E-Racing Series:

 

GENERALE: 1° TOZZATO 2° MORELLI 3° PISCHEDDA
GOLD: 1° TOZZATO 2° MORELLI 3° PISCHEDDA
SILVER: 1° NAPOLITAN 2° VIGLIOTTI 3° ACQUAVIVA

 

CLASSIFICHE PILOTI – CATEGORIE – TEAM

In classifica generale, c’è uno stravolgimento: Luca Tozzato, con sole due round (e 3 gare) prende il comando dell’ #ITGT2018 con 60 punti, davanti proprio a Luca Morelli con 55 e Daniele Giuntini con 49 (autore di uno 0 pesante nella MAIN RACE). Ai piedi del podio c’è Alessandro Miraglia con 45 punti, non troppo staccato dalla vetta e al momento l’unico sempre a punti in questi 3 round, a pari punti con lui, Daniele Pischedda con due ottimi secondi posti stagionali. Ovviamente la categoria GOLD rispecchia la classifica generale, dove ritroviamo i primi 3 sovracitati con l’unica differenza che Miraglia ha 1 punto in più rispetto alla classifica generale. Veniamo ora alla categoria SILVER: Emanuele Napolitan alla seconda vittoria stagionale, sale a quota 90 punti staccando i suori diretti avversari, al secondo posto Fabrizio Ninci con 54 punti davanti a Federico Soave con 53 punti. Renato Vigliotti autore di un ottimo round (due secondi posti) sale al quinto posto in classifica generale e può giocarsi il podio. Per quanto riguarda i TEAM: Lotta serrata tra Italia Racing Team (79p) e Wolf Racing Team (75p), dietro più staccati con lotta per il podio tra TCR 2 (49p), SimRacing Academy Roma (48p) e Deko Motor Sport. Un campionato che alla prossima tappa compirà il giro di boa in quel del Mugello (mercoledi 28 Novembre) per delineare meglio i valori in campo, oppure per farci vivere altre sorprese, noi di ASZ Magazine saremo pronti per farvelo rivivere.

 

 

Your email address will not be published. Required fields are marked *