Ultimo appuntamento prima della pausa natalizia, eccoci nello storico circuito di Silverstone per la quinta gara del campionato Formula Pro 2018 by E-Racing Series.  Il duo Pescara SHS attualmente si trova in testa sia nel campionato piloti che in quello dei team, chi strapperà oggi la vittoria?

QUALIFICHE

Nella Q1 si vede Giuseppe Ragusa (BlueBolt Tigers) chiudere la sessione davanti a Eros Masciulli (Pescara SHS) David Greco (Musto Racing). Brividi invece per uno dei protagonisti di questa prima parte della stagione, infatti Giordano Valeriano (Musto Racing) rischia l’eliminazione e il non passaggio alla Q2; solo nel suo ultimo tentativo riesce a rispondere a Stefano Zanrosso (HG Esport BlueBolt R1) e a posizionarsi nella top 10.

Decisiva per la pole position, la Q2 ci mostra un battagliero David Greco cercare di strappare il miglior tempo a Ragusa, ma per soli 40 millesimi il pilota della Musto Racing dovrà accontentarsi della seconda piazza. Terzo Masciulli e quarto un grandissimo Guglielmo Matti (Strato Racing) nonostante il suo compleanno! Seguono Enrico Di Loreto (BlueBolt Lions), Cristian Pasqual (BlueBolt Tigers), Germano Zappalà (Pescara Corse), Michael Francesconi (Pescara SHS), Davide Chiappini (Pescara Corse) ed infine Valeriano.

GARA

Tutti pronti qui a Silverstone…si spengono le luci rosse…gas!

Saranno 39 i giri da percorrere nel circuito britannico di Siverstone, pista molto delicata per i pneumatici e con la possibilità di diverse strategie per le soste ai box.

Scatta il quinto round del campionato Formula Pro con una partenza un po’ affrettata per Ragusa che stacca tutti nelle prime curve ma che poi si rivelerà essere una falsa partenza (dovrà infatti poi scontare un Drive Through); Greco scende in terza posizione mentre dietro di lui troviamo Di Loreto. Perde due posizione Matti nel primo giro, mentre dietro Alessandro Fantinati  (Next Level Racing) balza in avanti di ben 10 posizioni, infatti partiva 23esimo e al terzo giro lo troviamo già in 13esima posizione.

Dopo 10 giri il gruppo è molto compatto e causa anche la conformazione della pista non si vedono molti sorpassi in queste prime fasi, segnaliamo solo il sorpasso di Zappalà su Di Loreto; Per il resto la classica “fisarmonica” tra i piloti in testa i quiali non mollano di un millimetro. Francesconi in leggera difficoltà lo troviamo in nona posizione alle prese con Valeriano e Zanrosso. Sconta la sua penalità Ragusa che rientra in 16esima posizione.

Bellissima battaglia tra i due piloti senza contatti. Controllo da manuale per Chiappini nell’evitare Nicolella.

Tra i mille interrogativi di questa corsa troviamo la possibile stategia box, una o due soste? Il primo a rompere gli indugi è Francesconi che va ai box e monta le gomme medie; lo porteranno fino alla fine? Nel mentre bella battaglia tra Valerio Nicolella (Next Level Racing) e Chiappini per la nona posizione. Ci prova all’esterno della curva Stowe ma il pilota Next Level si difende bene e nel proseguo della pista alla Vale i due arrivano con una profonda staccata; Chiappini evita il contatto con un ottimo controllo della sua vettura ma per passare bisogna fare di più.

Giro 14 e gomma media anche per Greco mentre gli altri continuano la loro corsa. Rientra in pista e si mette subito in scia ad Adriano Oppecini (Ezz Bet&Meme) per la 12esima posizione. Staccata della curva Copse e contatto tra i due, probabilmente Greco nello scartare verso destra perde aderenza e succede l’inevitabile; abbiamo i primi due ritirati della gara. Tempo 3 giri e dobbiamo assistere al ritiro anche per Fantinati il quale perde il controllo della sua vettura e sbatte contro le barriere.

Cambio di leader, infatti davanti a tutti troviamo Di Loreto con alle spalle Masciulli a meno di un secondo di distacco. Terzo Zappalà e quarto Matti. Francesconi torna ai box e monta la soft nel tentativo di spiazzare tutti; parte così la rincorsa del pilota Pescara SHS e leader del campionato piloti. Scarta subito diversi piloti e a 8 giri dalla fine è 11esimo però è abbastanza lontano dai suoi diretti avversari, infatti Masciulli è secondo e Valeriano quinto.

Francesconi e Zanrosso nell’atto finale dove per di più si vedrà volare in un pezzetto di carbonio. Bella lotta!

Bellissima lotta tra uno scatenato Francesconi e un battagliero Zanrosso, tra finte di attacchi, incroci di traiettorie e pezzi di carbonio i due piloti hanno dato vito ad una bella battaglia che si è protratta dalle Brooklands fino alla Stowe, con dietro Riccardo Vincenzi (Force Racing Team) che provava ad avvantaggiarsi della battaglia tra i due.

Distacco minimo dal suo inseguitore ma Di Loreto porta a casa la vittoria sul circuito britannico. Seconda vittoria per lui nel campionato; peccato per i due zeri nelle prime gare.

Distacchi che tra i primi rimangono congelati fino alla fine, porta a casa la sua seconda vittoria Enrico Di Loreto tenendosi dietro Eros Masciulli a meno di un secondo; terzo gradino per Germano Zappalà. Chiudono la top 5 Giordano Valeriano e Cristian Pasqual. Seguono Ragusa, Chiappini, Francesconi, Nicolella e Vitale Rosetti (HG Esport BlueBolt R2).

Dopo l’ultima gara del 2018 la classifica piloti recita così: Masciulli 88 punti con un vantaggio di 13 punti sul compagno di team Francesconi; terzo Valeriano a 65 punti con alle spalle i piloti Blue Bolt Di Loreto (62) e Ragusa (55). Sesto in campionato Zappalà (49), segue Pasqual (20), Rosetti (15), Nicolella (14) e decimo Chiappini (13).

Classifica team delineata dal dominio Pescara SHS con 163 punti, dietro troviamo il team Blue Bolt Tigers a 75 punti mentre terzi troviamo i Musto Racing a 69 punti in parità con i Blue Bolt Lions. Segue il Pescara Corse a 62 punti e via via tutti gli altri.

Your email address will not be published. Required fields are marked *