Secondo appuntamento della Formula Pro sul circuito di Sakhir, nel bel mezzo del deserto e delle temperature calde proibitive del Bahrain. Gomme e radiatori saranno gli osservati speciali, chi riuscirà a gestire tutti questi fattori oltre alla pressione di non sbagliare? Dalla pioggia della Malesia al caldo desertico del Bahrain…anche questa è la Formula Pro by #ERS.

QUALIFICHE

La Q1 fu molto movimentata con ben 14 piloti con un secondo di distanza dal leader di sessione, Giuseppe Ragusa (BlueBolt Tigers) che con il tempo di 1:25.868 si piazzò davanti a tutti. Lotta serrata per avanzare nella Q2 fino alla fine con Matteo Boschetti (Musto Racing) a chiudere i 10 piloti; rimane fuori per 28 millesimi Guglielmo Matti (Strato Racing).

Battaglia sui tempi nella Q2 con settori viola/verdi che si accendono più volte durante la sessione, ma anche stavolta troviamo in pole position Ragusa con un tempo di 1:25.825; alla sua destra ci sarà Alessandro Fantinati (Next Level Racing) che chiude la sessione con un distacco di 236 millesimi. Top ten chiusa da Cristian Pasqual (BlueBolt Tigers), Davide Chiappini (Pescara Corse), Enrico Di Lorento (BlueBolt Lions), Giordano Valeriano (Musto Racing), Eros Masciulli (Pescara SHS), Michael Francesconi (Pescara SHS), Valerio Nicolella (Next Level Racing) e Matteo Boschetti.

GARA

Il circuito “Sakhir” di Manama conosciuto ufficialmente come Bahrain International Circuit è la sede della seconda tappa del campionato Formula Pro by #ERS

Strategie diverse in griglia, tolti i piloti della Q2 che sono tutti con il compound più morbido, diversi piloti nelle retrovie si giocano la carta della gomma un po’ più dura nel tentativo di recuperare posizioni durante i pit, tra di loro: Vitale Rosetti (HG Esport BlueBolt R2), Gianluca Rosi (Strato Racing), Germano Zappalà (Pescara Corse) e ben altri 6 piloti.

Si accendo le luci rosse…e via! Parte il secondo round della Formula Pro con alcuni motori fumanti alla partenza per la troppa permanenza nella piazzola. Prima curva senza incidenti degni di nota, solo diversi pezzi di carbonio che si spargono per il tracciato a causa di diversi contatti. Si conclude il primo giro con Ragusa in fuga, infatti al primo passaggio ha già 1 secondo di vantaggio su Fantinati. Top 5 chiusa con Pasqual, Valeriano e Di Loreto che seguono molto da vicino gli sviluppi della gara. Boschetti e Alessandro Quintaiè (Ezz Bet&Meme) invece ai box.

Svirgolata di Cristian Pasqual nel settore finale che favorisce il rientro di Valeriano e successivamente il sorpasso sul lungo rettilineo grazie al DRS; ma il pilota della BlueBolt Tigers non ci sta e alla curva 4 tenta subito il contro sorpasso arrivando a pizzicare la ruota posteriore sinistra del rivale. Rientrano in lotta immediatamente Francesconi e Di Loreto con il duo sopracitato per la terza posizione. Giro numero 13 e Fantinati è il primo a rientrare ai box a montare le gomme soft e successivamente ha il via il “valzer” delle soste.

Pasqual, Francesconi e D’Amelio in una staccata violenta insieme alla curva 1 con Di Loreto alle loro spalle.

Bel duello a quattro per la quarta posizione che vede in lotta Pasqual, Francesconi, D’Amelio e Di Loreto con Davide Chiappini in rimonta; Masciulli tenta la carta dell’unica sosta entrando ai box al 20esimo giro e montando la “gomma gialla” con un bel pensiero alla vittoria sfilando tutti i suoi rivali quando rientreranno ai box per la seconda sosta. Nel mentre si infiamma la lotta per il terzo posto con il terzetto Pasqual, Francesconi e Di Loreto.

Seconda sosta per diversi piloti al giro 28, su tutti Di Loreto e Ragusa (montando di nuovo le Super Soft) con quest’ultimo che deve giocarsi la vittoria contro Masciulli (su Soft). Sfida molto interessante poichè il pilota BlueBolt Tigers su gomma più performante da subito ma con un degrado maggiore se la giocherà contro un avversario tosto su gomma che punterà fino alla fine; Masciulli resta in testa per 4 giri sino a quando Ragusa porta a segno il sorpasso sul rettilineo principale grazie al DRS.

Rientro incredibile di Valeriano nei confronti di Masciulli (che a sua volta prende un distacco di 4 secondi da Ragusa) al 39esimo giro; iniziano una serie di staccate al limite con il pilota Pescara SHS che si difende sempre benissimo con vari tira e molla nei distacchi sino ad accumulare un distacco di cinque decimi che lo fa respirare.

Distanza di sicurezza e tranquillità per il simdriver BlueBolt Tigers che si appresta a vincere la sua prima gara di questo campionato.

Ultime curve nel deserto del Bahrain per Giuseppe Ragusa che porta a casa i 25 punti punti e la seconda tappa del campionato Formula Pro by #ERS. Grandissima prova per Masciulli che dalle retrovie porta a casa un secondo posto; sul gradino più basso del podio invece ci sale il pilota Musto Racing Giordano Valeriano. Top ten chiusa da Di Loreto, Francesconi, Pasqual, Chiappini, Zappalà, Nicolella e Rosetti.

Classifica Piloti che vede Francesconi primo a 35 punti, Masciulli e Valeriano seguono a 30 punti mentre Ragusa è quarto a 25 punti. Seguono Zappalà e Di Loreto.

Classifica Team condotta dal team Pescara SHS con 65 punti, secondo la BluBolt Tigers a 33 punti mentre terzo troviamo il team Musto Racing.

 

Your email address will not be published. Required fields are marked *