Fantastico lavoro di squadra dei tre ragazzi della Prophecy con Zanirato e Pesavento in versione scudieri a proteggere la prima posizione dopo una qualifica storta da parte di Volpe, che conquista la vittoria (seconda di fila) in Germania. Al 3° e al 4° posto gli altri due contendenti Spitaleri e Di Gilio.

Qualifica

La sessione di qualificazione vede spuntare davanti a tutti Alberto Spitaleri con l’incredibile tempo di 1.53.991 ben 472 millesimi più forte di Roberto Dominici. Alle loro spalle in seconda fila Lorenzo Emili e Massimiliano Pesavento, 5° posto per Di Gilio e solo 10° di Filippo Volpe, staccato di oltre un secondo dalla pole position, casella dalla quale ci aveva abituati a partire.

Partenza caotica, ne approfittano i Prophecy

La prima curva del Nurburgring è molto insidiosa a causa della sua pendenza e angolazione, tanto che è considerata una delle partenze più a rischio fra i circuiti europei. Le considerazioni in merito si rivelano fondate visto l’ordine di classifica rivoluzionato col quale i piloti passano sul traguardo per la prima volta: Spitaleri va ad annullare il proprio vantaggio ottenuto con la pole a causa di un testacoda, mentre Dominici ed Emili finiscono nelle retrovie.
A beneficiarne è Massimiliano Pesavento che, dopo un campionato di alti e bassi, è in cerca di riscatto così come il compagno Zanirato, salito in seconda posizione a seguito di un errore di Di Gilio nel secondo settore che lo fa rientrare in quinta posizione. Il simdriver paga caro la leggerezza commessa soprattutto perché fra lui e Spitaleri, nel frattempo rientrato in seconda posizione, si trova un arrembante Volpe in rimonta dopo la terribile qualifica.

Gioco di squadra

Il vincitore della gara dell’Hungaroring supera Spitaleri in curva 1 nel corso del 4° giro e va a completare la momentanea tripletta Prophecy. Nelle successive tre tornate, sempre alla prima curva, i suoi compagni gli cedono strada e di lì il leader della corsa impone un ritmo molto costante che lo porterà a giungere sul traguardo con oltre 5 secondi di margine su Pesavento.

Spitaleri e Di Gilio cercano di ridurre i danni

Alle loro spalle la situazione è però tutt’altro che decisa e tranquilla: al 9° giro infatti Spitaleri decide di rompere gli indugi e prova a sopravanzare Zanirato, ma un eccesso di foga lo porta nella sabbia all’esterno di curva 6 ed è costretto a cedere la posizione anche a Di Gilio.
Quest’ultimo ha maggiore fortuna nell’attacco del terzo Prophecy, ma durante un tentativo di riguadagnare la posizione in curva 10 Zanirato arriva alla frenata portando troppa velocità, si tocca con Di Gilio e ha la peggio.
Spitaleri ringrazia e porta a casa un podio che lo tiene in vita (soli 3 punti da Volpe), mentre Di Gilio con il 4° posto e 10 punti da recuperare si trova nelle mani degli altri, dal momento che nemmeno una vittoria potrebbe bastare a garantirgli il titolo.

Risultati finali e prossimo (e ultimo) appuntamento

Gli altri piloti a punti, dalla quinta alla decima posizione, sono Andreini, Emili (autore di una grande rimonta dopo l’incidente del 1° giro), Posapiano, Tafel, Zanirato (arretrato dopo i referti della Direzione Gara) e Urbani che può festeggiare il suo primo punto del campionato.
Il prossimo appuntamento sarà sul circuito di Barcellona questa sera su Pitlane TV alle ore 21.00 dove scopriremo chi fra Volpe, Spitaleri e Di Gilio diventerà il 1° campione di e-Racing Series.

About author
Valerio Ferraris

Valerio Ferraris

Direttore di gara e articolista su e-Racing Series.

Your email address will not be published. Required fields are marked *