Questa volta c’è gloria per Volpe dopo che a Misano gli era stata tolta la vittoria in seguito ai controlli della Direzione Gara. Solido 2° posto per Susca dopo una gara costante e 3° Di Gilio, dopo una penalità nel post gara per Spitaleri.

Qualifiche

Il weekend si mette subito in discesa per Volpe:  il pilota della Prophecy riesce infatti ad aggiudicarsi la prima casella in griglia con un 1.42.179. Accanto a lui Lorenzo Emili in 1.42.449 precede un gruppetto agguerrito di piloti in pochi decimi composto da Tafel, Susca, Di Gilio e Maurizio Posapiano, 6° dopo aver fatto registrare un 1.42.840.

Partenza, “drama” e rimonta

Allo spegnimento dei semafori la gara non riserva particolari colpi di scena, con il gruppo comandato da Volpe e gli altri piloti a distanza molto ravvicinata. Al 2° giro però il poleman arriva lungo alla chicane del 2° settore e deve cedere il passo a Emili e Tafel che ringraziano.
Qualche tornata più tardi il leader della classifica piloti Spitaleri, fino a quel momento in sesta posizione, decide di rompere gli indugi e andare all’attacco di Andreini con scarsa fortuna, dal momento che non solo non riesce nei suoi intenti, ma si vede anche sopravanzare da un arrembante Di Gilio. Va meglio invece a Filippo Volpe quando al 6° giro decide di riprendersi nel giro di un paio di curve la testa della corsa: prima infila Tafel e poi in curva 2 ha la meglio anche su Emili.
Quest’ultimo e Tafel entrano poi in contatto dopo una bagarre durata un paio di curve e scivolano indietro in classifica, rispettivamente al 4° e 6° posto.

Nuovo errore e lotta all’ultimo sangue per il podio

Volpe non ci sta ad avere una gara tranquilla in testa, e proprio nel momento in cui sembrava essere riuscito a distanziarsi dalla concorrenza, ecco che un nuovo errore, questa volta con contatto con le barriere, lo porta a perdere gran parte del vantaggio accumulato fino a quel momento, seppur rimanendo in prima posizione.
Mentre Susca è riuscito a issarsi al 2° posto sfruttando gli errori altrui, alle sue spalle la battaglia per il gradino più basso del podio è intensissima: Emili prova a rimontare, ma viene sopravanzato da Spitaleri, che ha così via libera per tentare l’assalto alla terza posizione difesa da Andreini: i due si affiancano all’ultimo giro in curva 1 senza toccarsi, ma lo stesso non si può dire per curva 2 quando Spitaleri, all’esterno, secondo il referto della Direzione Gara stringe eccessivamente la traiettoria non lasciando spazio sufficiente ad Andreini, che va in testacoda e conclude la gara in settima posizione, anche se l’ordine di arrivo sul traguardo viene fortemente modificato a seguito dei referti della DG.

Risultati Ufficiali e prossimo appuntamento

Vince dunque Volpe che, nonostante un weekend con qualche errore di troppo, si porta a casa un fantastico hattrick, che gli consente di riaprire i giochi portandosi a 43 punti in classifica generale dopo il brutto 0 a Brands Hatch per un problema tecnico alla partenza. Sul podio con lui Susca e Di Gilio, mentre Emili, Spitaleri (con 10 secondi di penalità per il contatto con Andreini) e Posapiano entrano nella top 6.
La penalità inflitta a Spitaleri si rivela pesantissima, dal momento che Di Gilio riesce così a recuperargli 5 punti, portando il suo svantaggio in classifica a sole 4 lunghezze (50 punti vs 46).
Al netto delle penalità i piloti che completano la zona punti sono Mangani, Pesavento, Tafel e Zanirato.
Prossimo appuntamento Martedì 21 Novembre alle ore 21 su Pitlane TV con il penultimo weekend di gara che ci consentirà di capire se a Spitaleri, Di Gilio e Volpe si aggiungerà qualcun’altro nella lotta finale per la vittoria di questo mini-campionato da 5 gare.

About author
Valerio Ferraris

Valerio Ferraris

Direttore di gara e articolista su e-Racing Series.

Your email address will not be published. Required fields are marked *