Il pilota della Prophecy Racing si aggiudica la gara di Misano dopo una prova impeccabile, regalando la prima vittoria in assoluto al proprio team

Il campionato Formula Abarth ha visto la prima delle cinque tappe previste dal calendario disputarsi nella fantastica cornice del circuito di Misano Adriatico, noto ai più per le gare su due ruote, ma che ha saputo dimostrarsi all’altezza anche delle 31 monoposto presenti per il primo appuntamento, che come da regolamento prevede una breve qualifica da 10 minuti e una gara di 20 minuti che assegna i punti valevoli per la classifica piloti ai primi dieci, mentre non è prevista una graduatoria riservata ai team essendo il campionato previsto per i piloti singoli; nonostante ciò sono molti i simdriver che corrono per i colori della propria scuderia.

La Qualifica

La prima qualifica della stagione ha visto partire dalla prima fila Filippo Volpe e Alberto Spitaleri che fermando il cronometro rispettivamente sul 1.36.581 e sul 1.36.798 sono stati gli unici piloti in grado di scendere sotto il muro del 37, cui si è solo avvicinato Andrea Tafel (1.37.196 per lui), mentre Antonio Di Gilio e Lorenzo Emili vanno a chiudere la top 5, con il primo che ha avuto la meglio sul secondo per 3 millesimi grazie al tempo di 1.37.355.

La Gara

Alla partenza tutto invariato nelle prime posizioni, mentre alle spalle dei primi 5 Emanuele Napolitan, partito in sesta posizione, compie un errore in curva 2 che lo porta in testacoda: Gianluca De Luca non può fare nulla per evitare l’auto che lo precede e finisce anch’egli coinvolto nell’incidente assieme ad Antonio Martelli, incolpevole protagonista della carambola generatasi nelle prime curve.
Nel corso del primo giro iniziano però le battaglie, in particolare quella per la testa della corsa fra Volpe e Spitaleri tiene impegnate a lungo le telecamere di Pitlane TV quando quest’ultimo tenta di sopravanzare il poleman nelle veloci curve a destra dopo il rettilineo opposto a quello dei box, non riuscendo però nel suo intento. Al contrario Lorenzo Emili riesce a superare Di Gilio per la quarta posizione, mentre nel tentativo di attacco al gradino più basso del podio, difeso fino a quel momento da Tafel, commette un errore che lo riporta 5°.
Tuttavia Emili dopo l’errore torna all’attacco di Tafel, i due entrano in contatto e ad avere la peggio è quest’ultimo che riesce a rientrare in pista in nona posizione, per poi superare Martelli e Pesavento e stabilizzarsi al 7° posto dove concluderà la gara. Davanti Volpe cerca di fare il vuoto dietro di sé, e nonostante qualche esitazione nelle ultime battute di gara si porta a casa la vittoria nella prima gara in assoluto di e-Racing Series, seguito da Spitaleri a soli 4 decimi, che si consola in parte conquistando il giro più veloce della gara in 1.36.746, addirittura migliore del crono che aveva fatto segnare in qualifica, a conferma di quanto alto fosse il livello di intensità nelle prime posizioni. Chiude il podio Emili che nelle ultime battute di gara sopravanza Di Gilio, costretto alla quarta posizione in seguito ad un contatto fra i due, mentre chiude la top 5 a 37 secondi dal vincitore Antonello Susca, partito dalla sesta fila. A completare la classifica ufficiosa dei primi dieci in attesa dei giudizi della Direzione Gara troviamo Roberto Dominici, il già citato Andrea Tafel, Antonio Martelli e Maurizio Posapiano e Massimiliano Pesavento che si erano qualificati rispettivamente 15° e 17°.

Prossimo Appuntamento

Il prossimo appuntamento è previsto per il 10 Ottobre sul circuito inglese di Brands Hatch, dove avremo modo di capire chi potrà giocarsi il campionato fino in fondo essendo già la seconda gara delle cinque in calendario: i piloti avranno così molto tempo per mettere a punto la propria monoposto per prepararla al meglio agli insidiosi dossi e saliscendi che li attendono in terra britannica.

Comments

Your email address will not be published. Required fields are marked *