Siamo a meno due round dalla fine di questo campionato #EUGT2018 by E-Racing Series, il teatro di questo sesto round è “l’inferno verde” del Nurburgring, ovviamente non nella versiona “lunga”, ma rimane sempre un tracciato affascinante e insidioso.

Andiamo nei dettagli, oramai la lotta interna tra Paolo Muià e Michele Chesini, sarà il “leit-motiv” di queste ultime tappe i due, sono separati da 12 punti, con un Chesini in grande rimonta dopo una partenza difficile su Muià che sembra il più conservativo tra i due, ci aspettiamo grande lotta e bagarre.

Il terzo gradino del podio coinvolge tre simdrivers: Fistarol (attualmente terzo e in un buon momento di forma), Sivilotti (un pò in difficoltà dopo i soli 4 punti raccolti negli ultimi 2 ROUND) e Pasolini, (rimonta per lui in stile Chesini), i tre sono separati da 9 punti.

In SILVER, il leader  Vencato, dopo il pesantissimo zero di Ortenzi nella MRACE in Ungheria, deve gestire 16 punti di vantaggio, la lotta per il terzo posto è apertissima con un occhio sempre al secondo gradino del podio visto le buone prove di Selva e Varriale nelle ultime gare.

Nella categoria BRONZE, Slanzi è stato il più costante durante il campionato ed è leader della classifica con un +41 su Desperati, che deve difendere il secondo posto da Previtali visto il solo e unico punto di vantaggio. La lotta per il podio è apertissima anche qui e comprende anche Milani e Biasso.

Il titolo TEAM lo lasciamo perdere, aspettiamo solo la matematica vittoria del Racing ON3 Red che potrebbe avvenire in questa gara. Siamo pronti per farvi rivivere il sesto ROUND EUGT 2018 by E-Racing Series, dal “Green Hell” scendendo in pista per le qualifiche.

QUALIFICHE

La pole position era ancora una volta firmata da Michele Chesini con 1.54.269, questa non era più una notizia, la vera notizia era l’assenza del leader del campionato Paolo Muià, assenza pesante, che avrebbe spianato la strada a Chesini per potersi ancora riprendere l’alloro di campione #EUGT. Dietro vi erano sorprese, ovvero Patrick Selva, che per alcuni minuti aveva rischiato di essere il primo SILVER a centrare la POLE POSITION, ma non fu cosi, ottima però la prova della sua 488 in evidente crescita, a suo agio nel misto tedesco; dietro di lui Federico Fistarol. Prima del recap delle 10 posizioni, andiamo a vedere le posizioni nelle altre categorie: In GOLD come detto, tolto Selva, Chesini era primo, davanti a Fistarol, quindi seguiva Luca Morelli; in SILVER: davanti a tutti Selva, quindi Marco Massetti (il simdriver bresciano, era di nuovo in pista dopo la bellissima gara di Silverstone e non si smentiva) quindi terzo, Leo Varriale (settimo assoluto anche lui su 488). Finivamo con la BRONZE, dove la pole era di Davide Losio (Z4 – Ghepardino Racing Team), su Giuliano Desperati (Deko Motor Sport) e Matteo Biasso (911GT3r – Deko Motor Sport Racing Team). Infine andiamo a vedere come era il riepilogo delle prime dieci posizioni: poleman Chesini (650S – Racing ON3 Red), secondo Selva (488 – BOX 33 Motor Sport), terzo Fistarol (Z4 – Apex Motorsport), quarto Massetti (650S – D2D Simulation), quinto Morelli (Z4 – Sajan Racing Team), sesto Varriale (488 – Elta Customs), settimo Mazzei (650S – Racing ON3 Black), ottavo Sivilotti (911 GT3R – Apex Racing Team), nono Manenti (650S – D2D Simulation) a chiudere la top ten era Pasolini (R8 LMS – Delta Squadra Corse). Chesini dovrà guardarsi le spalle stavolta, perchè non ci sarà Muià eventualmente a fargli da scudiero, vedremo come Selva proverà a stare vicino alla Mclaren per poterlo impensierire, visto che la Ferrari 488 sembrava molto competitiva, vedremo dietro al poleman, se ci sarà bagarre in questa QRACE sprint da 20 minuti, senza fiato e senza sosta, questo ROUND potrebbe già indire i primi verdetti di stagione. Su i motori!! tutti pronti per la QRACE!!!!.

QUALIFYING RACE

Nelle prime posizioni era tutto tranquillo, Chesini, controllava bene dalla pole position [foto1], mentre qualche posizione dietro, contatto a tre tra Sivilotti, Mazzei e Varriale, la Porsche di Sivilotti [foto2] aveva la peggio, veniva toccata da altre vetture e doveva ripartire dall’ultimo posto, per lui, gara in salita. Altro contatto da segnalare era quello tra Vencato (Z4 – Apex Motorsport) e Davide Losio, le due BMW venivano al contatto e per il leader della categoria SILVER, gara in rimonta non facile.

Chesini riusciva con il suo ritmo a stare davanti agevolmente a Selva, che a sua volta, riusciva a tenere dietro Fistarol; posizioni congelate in questa parte di gara, anche se in alcuni casi il distacco era di qualche decimo, a sostenere questa causa era proprio Santini (Huracan – Virtual Drivers Alliance) passava Puzzarini (650S – Racing ON3 Red), con un bel sorpasso dopo il rettilineo.

Chesini riusciva senza grosse problematiche a vincere la QUALIFYING RACE, davanti a Selva che nei minuti finali distanziava Fistarol. Benissimo i SILVER, Selva (secondo assoluto), Massetti (quarto assoluto), Mazzei (sesto assoluto), Varriale (settimo assoluto), rubavano la scena ai GOLD in classifica. Gara dalle poche emozioni, se non all’inizio con qualche contatto e con una bella bagarre per la decima posizione tra parecchie vetture, alla fine la spuntava Ortenzi (Huracan – Virtual Drivers Alliance). Ricapitoliamo ora gli arrivi di ogni categoria:

GENERALE: 1° CHESINI 2° SELVA 3° FISTAROL
GOLD: 1° CHESINI 2° FISTAROL 3° MORELLI
SILVER: 1° SELVA 2° MASSETTI 3° MAZZEI
BRONZE: 1° NOSTLER 2° LOSIO D. 3° MILANI

MAIN RACE

Chesini ancora una volta teneva bene il via della MAIN RACE[foto], dietro, era subito grande lotta tra Massetti e Fistarol, con la BMW che teneva dietro di forza la Mclaren; Grande lotta per la decima posizione (come era successo nella QRACE ndr…), momentaneamente occupata da Pasolini, arrivava lungo Puzzarini che doveva ricominciare dal fondo classifica la sua gara, interessante era l’inizio di rimonta di Sivilotti che era partito dal fondo della griglia.

Sivilotti trovava difficoltà a superare la BMW di Losio i due si toccavano nella chicane prima del traguardo, con anche un “escursione” fuori pista davanti a loro della Mclaren di Manenti. Davanti tutto congelato, con Chesini che gestiva bene il vantaggio, tenendo a bada i rivali. Contatto tra Mazzei e Morelli [la foto1 faceva notare uno spin di Morelli in entrata curva, senza tocco da parte di Mazzei), ne guadagnava la Mclaren del pilota categoria SILVER, che saliva al quinto posto, mentre la BMW scendeva al settimo posto. Santini riusciva a prendere la decima posizioni, ai danni di Pisani (Z4 – Sajan Racing Team), che usciva fuori dal cordolo, nel curvone prima del traguardo, la sua vettura era fuori controllo, centrando Ortenzi, bruttissimo incidente e gara compromessa per i due [foto2]. Errore per Varriale che scendeva in 11esima posizione.

Si arrivava alla finestra PIT STOP, entravano subito un bel pò di simdrivers, tra cui: Morelli, Slanzi, Pasolini, Ranza, Pisani e Santini. Rientrava anche un giro dopo Fistarol che occupava la terza posizione.  Purtroppo al PIT, disconnessione per Varriale e ritiro per lui. Chesini e Selva entrambi entravano in corsia box per il loro pit stop, dentro anche Mazzei. Selva rientrava davanti a Fistarol[foto], con più distacco rispetto a qualche minuto precedente. Alla chiusura della PIT LINE, il resoconto delle dieci posizioni era la seguente: Chesini conduceva la gara, davanti a Selva, terzo era Fistarol, quarto Mazzei, quinto Morelli, sesto Massetti (complice un errore di ingresso piazzola), settimo Pasolini, ottavo Santini, nono Ranza e decimo Vencato.

Dopo il pit le battaglie in pista sono tra Mazzei e Morelli e tra Pasolini e Santini. La BMW di Morelli però nel tentativo di recuperare il pilota davanti arrivava fuori dal cordolo nel curvone prima del traguardo. Un bel trio si stava formando tra Slanzi (R8 LMS – Deko Motor Sport), Previtali (650S – Racing ON3 Black) e Biasso (911 GT3r – Deko Motor Sport),tra l’altro tutti erano di categoria BRONZE[foto]. Manenti si ritirava dalla gara dopo una lunghissima sosta.

Michele Chesini, metteva a segno un altra doppietta dopo quelle di Brands Hatch e Hungaroring e si apprestava alla conquista della corona del campionato #EUGT2018 by E-Racing Series. Secondo un grandissimo Patrick Selva (#aszdriversoftheday) che chiudeva secondo nella generale e primo di categoria SILVER, terzo posto per un comunque costante e preciso Federico FistarolBene anche Mazzei e Massetti, grande prova come nella QRACE per i categoria SILVER. In BRONZE battaglia fino alla fine per la vittoria, purtroppo Previtali, vanificava tutto, dopo un errore al tornantino dopo il traguardo. Buona la rimonta di Sivilotti, che partito dal fondo, recuperava fino alla undicesima posizione. Ora come sempre il recap dell’ordine di arrivo:

 

GENERALE: 1° CHESINI 2° SELVA 3° FISTAROL
GOLD: 1° CHESINI 2° FISTAROL 3° MORELLI
SILVER: 1° SELVA 2° MAZZEI 3° VENCATO
BRONZE: 1° SLANZI 2° PREVITALI 3° LOSIO

 

CLASSIFICHE

 

 

Ci sono ancora 3 manches da disputare, con 62 punti ancora da assegnare, possiamo affermare che Chesini sembra avviato alla vittoria finale, ma Muià nonostante il doppio zero è ancora in lotta, anche se sarà molto difficile per lui. Fistarol con la prova solida del Nurbur, certifica la terza posizione, ma ancora non può essere al sicuro dagli attacchi di Selva e Pasolini. Il prossimo ROUND al Montmelò, metterà definitivamente le cose in chiaro.

 

 

Nella categoria GOLD, i discorsi sono praticamente gli stessi, vediamo favorito Chesini per la vittoria finale, il podio di Fistarol è meno sicuro rispetto a quello della generale.

 

La grande doppietta di Selva ha ravvicinato quest’ultimo a Vencato, distante ora solo 7 punti, cosi come non ci scordiamo di Mazzei, che pure lui è decisamente in corsa per la corona SILVER. Tantissima la “bagarre” in questa categoria, dove abbiamo 4 piloti racchiusi in 16 punti di distacco. i 62 punti rimasti in palio, saranno combatutti e decisivi.

In categoria BRONZE, Slanzi è a +48 (partiva dal +41) su Previtali e “vede” la corona BRONZE veramente vicina, ci sarà lotta per il podio perchè in 16 punti ci sono altri 4 piloti (Previtali, Desperati, Milani e Biasso), con proprio il pilota della BOX33 Racing Team che dovrà mettersi al riparo per confermare la piazza d’onore.

 

Si aspettava solo la vittoria matematica del TEAM Racing ON3 Red, arrivata in questo ROUND. Per cui da ASZ Magazine, i nostri complimenti al team vincitore di questa classifica del Campionato #EUGT2018 by E-Racing Series. #RacingON3EUGTEAMCHAMPIONSHIP2018

Ci sarà da seguire il prossimo ROUND (18 Dicembre) sul circuito del Montmelò, in Catalunya, l’ultimo ROUND con la doppia gara, prima del gran FINALE a SPA, dove però i giochi potrebbero essere già finiti, in palio per il titolo piloti ancora 62 punti da conquistare e vedremo se ci sarà il COMEBACK di Muià su Chesini. Ovviamente vi aspettiamo al prossimo recap. This is ERS!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Your email address will not be published. Required fields are marked *