Nel campionato #EUGT2018 by E-Racing Series il giro di boa è stato appena passato, la sfida tutta interna tra Muià e Chesini continuerà anche qui in Ungheria, le Mclaren avranno vantaggio, in questo circuito molto tortuoso, dove sono difficili i sorpassi e potremmo assistere a tanti “trenini”, inoltre le Porsche del team Apex Racing Team ritorneranno in pista per dare un pò di sale alla gare?, Non sapremo tutto ciò, ma siamo pronti a farvelo rivivere con il nostro recap scritto. Ci siamo posti varie domande a cui questo ROUND 5 dovrà risponderci, se per quanto riguarda la lotta per la classifica TEAM è già “praticamente” archiviata, vedremo se per quella piloti, come detto, tutto sarà una sfida all’interno del team Racing ON3, oppure avremo qualche sorpresa e un nuovo vincitore?.  In SILVER totale parità tra Vencato e Ortenzi, mentre in BRONZE, Slanzi deve gestire quasi 20 punti di vantaggio sul suo primo inseguitore.

QUALIFYING

La prima fila era tutta monopolizzata dalle Mclaren del Racing ON3, con Chesini (1.44.029) davanti a Muià staccato di quasi mezzo secondo, dietro loro due compariva Selva con la Ferrari 488, quindi un arrembante Pasolini al quarto posto; ottime le prove di tre SILVE: Selva (terzo), Mazzei (quinto) e Varriale (nono) nella classifica generale, nota di merito anche a Slanzi, un BRONZE che chiudeva la TOP TEN. Undici piloti erano racchiusi a meno di un secondo, con Mclaren e Ferrari a loro agio nelle tortuosità del circuito magiaro, assente anche in questo ROUND, Fornasiero, il team Apex Racing Team è tutto sulle spalle di Sivilotti che però con la Porsche sembra un pò in difficoltà, rendendo praticamente quasi impossibile una battaglia per il team costruttori. Ricapitoliamo ora le prime dieci posizioni:

Pole per Michele Chesini (Mclaren 650S – Racing ON3 Red), secondo il leader del campionato Paolo Muià (Mclaren 650S – Racing ON3 Red), terzo Patrick Selva (Ferrari 488 – BOX33 Motor Sport), quarto Niko Pasolini con la prima Audi in griglia (Audi R8 LMS – Delta Squadra Corse), quinto Giuseppe Mazzei (Mclaren 650S – Racing ON3 Black), sesto Federico Fistarol prima BMW (BMW Z4 – Apex Motorsport), settimo Luca Losio (BMW Z4 – Ghepardino Racing Team), ottavo con la prima Porsche in qualifica, Federico Sivilotti (Porsche 911 GT3 – Apex Racing Team), nono Leo Varriale (Ferrari 488 – Elta Customs), chiude la top ten il BRONZE e leader di categoria Marco Slanzi (Audi R8 LMS – Deko Motor Sport).

La qualifica aveva espresso le forze in campo, per cui potevamo ipotizzare un sorta di pronostico, come detto nella presentazione della gara, le Mclaren vista la conformazione della pista, erano favorite, non ci aspettavamo una Ferrari cosi competitiva, perchè tra Muià e Selva da differenza era solo di 20 millesimi di scarto e proprio il leader della classifica era quello un pò più in difficolta nel team Racing ON3 Red. Speriamo di assistere ad una bella gara combatutta, senza rivivere la “sonnolenza” del ROUND 3 di Brands Hatch. Ragazzi si parte!!!!

 

 

QUALIFYING RACE

Dopo due giri sotto SC, per problemi tecnici, alla partenza, Chesini e Muià si controllavano a vicenda, era Selva a farsi vedere negli specchietti della Mclaren 650S del leader del campionato, ma senza trovare spunti; dietro lotta tra Mazzei e Pasolini, con Luca Losio che provava ad inserirsi e finiva in testacoda sull’erba probabilmente per un contatto. Nel succesivo tornantino, Pasolini si riprendeva la quarta piazza su Mazzei, con un sorpasso deciso. Chesini riusciva ad imprimere il proprio ritmo e staccava già Muià indaffarato a tenere a bada la Ferrari 488 di Selva. Il primo ritiro, era Varriale, per un problema alla propria periferica.

Alla Curva 11 contatto duro tra Ranza (BOX33 Racing Team) su Manenti (D2D Simulation), “spallata rugbistica” della Ferrari sulla Mclaren, al rientro in pista, la Ferrari, toccava l’incolpevole Santini che si gira e scende in classifica. Ancora Ranza era protagonista, lotta per la 13esima posizione, la BMW di Luca Losio cerca l’attacco alla curva 1, ma per una serie di incroci e traiettorie (i due erano appaiati nelle curve 2 e 3), la Ferrari riusciva a stare davanti e Luca Losio doveva accordarsi.

Vittoria per Michele Chesini che non ha avuto nessun tipo di problema sin dalla partenza, dietro di lui, Muià e un ottimo e velocissimo Selva, davanti a Pasolini. Ottime le prove dei piloti SILVER come detto il citato Selva e Mazzei (quinto assoluto), benissimo anche due categoria BRONZE Slanzi (ottavo assoluto) e Desperati (nono assoluto), facciamo ora un recap generale:

 

GENERALE: 1° CHESINI 2° MUIA’ 3° SELVA
GOLD: 1° CHESINI 2° MUIA’ 3° PASOLINI
SILVER: 1° SELVA 2° MAZZEI 3° VENCATO
BRONZE: 1° SLANZI 2° DESPERATI 3° MILANI

 

Una QRACE, molto piatta e senza sussulti,  qualche contatto duro, ma sostanzialmente una gara liscia e “tranquilla”, ma dal layout della pista, non ci aspettavamo grande battaglia, la MAIN RACE potrebbe essere sulla stessa falsa riga, con l’incognito consumo gomme e pit stop, molto curiosi di vedere la prestazione di Varriale dal fondo della classifica e se tra le due Mclaren 650S Racing ON3 Red ci sarebbe stata battaglia aperta. Tutto questo tra poco nella continuazione del nostro RECAP sulla MAIN RACE.

 

MAIN RACE

 

Alla partenza era tutto confermato nelle prime tre posizioni (foto1), si notava invece un contatto che riguardavano Pasolini e Mazzei,  mentre avvantaggiava Sivilotti che saliva al quarto posto, dietro di lui, tutti erano molto aggressivi. Fistarol, superava Sivilotti che arrivava lungo alla curva 3 (foto2) e perdeva la quarta piazza e ora doveva difendersi da Pasolini. Selva era molto più vicino a Muià, lo teneva li in vista. Cristallizzate le prime quattro posizioni dietro a Sivilotti, si stava formando un trenino racchiuso in 2 secondi con ben 6 vetture potenzialmente in lotta. Intanto la rimonta di Varriale partito dal fondo, era ferma alla 18esima posizione, nonostante un buon passo gara, ma la conformazione del tracciato non permetteva molti sorpassi.

Sorpasso meraviglioso nella parte finale del tracciato quello di Mazzei su Slanzi, davvero, era stata una manovra di pregevole fattura che fruttava la settima posizione per la Mclaren del team Racing ON3 Black. Per il resto, la gara andava via tranquilla nelle prime 10 posizioni, con Sivilotti e Pasolini sempre attaccati dal primo giro. Pasolini provava a superare Sivilotti in difficoltà alla curva 3, i due si toccavano e veniva coinvolto anche Mazzei che doveva stringere sull’erba dell’interno curva e toccare il guard-rail; i tre non perdevano posizioni, ma del tempo, infatti Slanzi provava a recupare la posizione su Mazzei, che si difendeva bene e manteneva la settima piazza. Intanto Luca Morelli era il primo ritirato.

Il primo ad entrare ai box era la Porsche di Sivilotti, per cui via libera per Pasolini e Mazzei. Altri 4 ai pit: Fistarol, Ortenzi, Vencato e Pasolini. Al pit anche Selva, che arrivava lungo alla sua piazzola e metteva a rischio la sua possibilità di podio. Al momento i primi tre erano tutti del team Racing ON3. Ritiro per Ortenzi. Dopo i pit, i primi due confermavano la proprio posizione, Fistarol saliva terzo, Pasolini quarto, Selva con l’errore ai box scendeva al quinto posto, davanti a Mazzei e Slanzi. Ottavo Vencato (BMW Z4 – Apex Motorsport), nono Desperati (Audi R8 – Deko Motor Sport) e decimo Manenti. Varriale recuperava fino alla 13esima posizione dopo il PIT. Ritiro pesante quello di Sivilotti (problema alla sosta), era il canto del cigno per la lotta al titolo TEAM.

Michele Chesini bissava il successo della QRACE, dominando come prima, dal primo all’ultimo giro, davvero una guida pulita, efficace per il campione in carica della serie, per il team Racing ON3 un altra doppietta visto il secondo posto di Paolo Muià (in parata sul traguardo), davanti a Federico Fistarol. Ottima quarta piazza* per un sembre combattivo Niko Pasolini, davanti al vincitore della categoria SILVER, Patrick Selva, che senza l’errore ai box era tranquillamente a podio come in QRACE. Bene Marco Slanzi vincitore della categoria BRONZE (doppietta di categoria per il team Deko Motor Sport). Ora ecco il riepilogo delle tre categorie al traguardo.

*[Post gara, dopo vari reclami alla DIREZIONE GARA, viene inflitto 1′ di penalità a Niko Pasolini (Audi R8 LMS – Delta Squadra Corse) che viene cosi retrocesso da quarto a quinto, al posto di Patrick Selva (Ferrari 488 – BOX33 Motor Sport)].

GENERALE: 1° CHESINI 2° MUIA’ 3° FISTAROL
GOLD: 1° CHESINI 2° MUIA’ 3° FISTAROL
SILVER: 1° SELVA 2° MAZZEI 3° VENCATO
BRONZE: 1° SLANZI 2° DESPERATI 3° MILANI

 

 

CLASSIFICHE

La lotta per il titolo EUGT2018 by E-Racing Series è tutta in casa Racing ON3, bisogna vedere negli ultimi tre round rimasti (con Muià leader della classifica, mentre Chesini in rimonta, con 2 en-plein QRACE+MAINRACE) come verrà gestita la rivalità interna tra i due piloti. Per il podio la lotta è ancora aperta a 3 simdriver (Fistarol, Sivilotti e Pasolini).

Nella categoria GOLD, il distacco tra Muià e Chesini è ancora meno rispetto alla generale, ma anche qui vale lo stesso discorso fatto, per la classifica generale.


Lo 0 nella MAIN RACE di Ortenzi, proietta Vencato in testa alla categoria, ma la lotta è più serrata dei numeri, i primi cinque sono ancora possibili campioni di categoria, con Selva in grande rimonta, cosi come Mazzei che messa da parte la sfortuna per un ROUND può dire la sua.


Slanzi, stacca ancora tutti in classifica e si mette in posizione di privilegio per la vittoria di categoria, dietro, lotta aperta almeno per 7 sindrivers, per l’assegnazione del podio finale.

Abbiamo ben poco da aggiungere, solo la matematica ancora non consegna la vittoria, al team Racing ON3 Red, senza rivali, dopo che l’Apex Racing Team, corre praticamente con una sola vettura, si aspetta solo la certezza aritmetica per decretare la vittoria.

 

Un round che ha confermato le forze in campo, lasciando presagire ad un finale di stagione, tutto a tinte Racing ON3, come detto più volte, vedremo prima o poi in pista, una lotta vera tra i due alfieri e grandi protagonisti del campionato, che grazie anche ad un auto molto performante (tranne per Monza), sono stati i veri “mattatori” di questo #EUGT2018 by E-Racing Series, il 4 Dicembre ROUND 6 al Nurburgring dove avremo ancora più chiara la situazione in vista del rush finale, vi aspettiamo.

Your email address will not be published. Required fields are marked *