Il 25 settembre è iniziata la stagione sul portale E-Racing Series, di scena #EUGT2018, il campionato GT3 griffato ERS, l’esordio è a Misano.

QUALIFICHE

Nelle qualifiche l’equilibrio la faceva da padrone, tutti molto vicini con il BRONZE (Varriale) in quinta posizione.

In un circuito molto stretto e selettivo come quello di Misano, la pole position vuol dire già molto, anche se non si ha la certezza sempre che la pole, dia la matematica vittoria finale; l’indicazione tratta dalle qualifiche erano di una “bagarre” serrata (soprattutto in vista della QUALIFYING RACE da 20 minuti) e di una alta competitività dei piloti in pista, c’erano ben 15 auto racchiuse in un secondo di distacco, con Fornasiero davanti a tutti (1.35.535), seguito dal duo Racing ON3 Red Muià e Chesini (campione in carica) incollati a meno di un decimo; quindi Luca Losio (Ghepardino Racing Team), Varriale (Elta Custom), Mazzei (Racing ON3 Black), Pasolini (Delta Squadra Corse), Sivilotti (Apex Motorsport), Fistarol (Apex Motorsport) e Ranza (BOX 33 Racing Team) a chiudere la top ten.

I primi tre posti in qualifica, sono per tre piloti di categoria GOLD, in categoria SILVER i primi tre sono: Mazzei, Ranza e Rizzo (ABS Motorsport), in categoria BRONZE Varriale (Elta Custom) davanti a tutti (quinto assoluto), seguono, Santin (Virtual Drivers Alliance) e poi Del Pero (Elta Custom). I primi 15 posti come detto sono racchiusi a meno di un secondo di distacco, rendeva la QUALIFYING RACE molto equilibrata e incerta, visto anche le buonissime prove ottenuti da driver di categoria inferiore.

QUALIFYING RACE

Fornasiero, partiva davanti nella QUALIFYING RACE, dietro si notava già la “bagarre” tra Pasolini, Chesini e Varriale (Bronze)

Fornasiero (Apex Motorsport), pronti via, tentava già la fuga, Pasolini era scatenato e risaliva la classifica.

Il primo semaforo verde dell’anno era dato da questa gara supersprint di 20 minuti, dove ci si giocava tutto senza tatticismi e dove sicuramente contatti e sportellate non mancheranno, il tutto per tutto in 20 minuti di fuoco, iniziava la stagione in pista targata E-Racing Series e noi di ASZ Magazine, pronti a farvi rivivere, quello che è stato attraverso le nostre “parole”.

Partenza lanciata dopo che la SC prendeva la via dei box, tutto pulito al via, nessun contatto da segnalare, Pasolini (Delta Squadra Corse) partiva fortissimo e sorpassava subito Mazzei (Racing ON3 Black), il quale veniva forse toccato in un contatto a tre e lasciava strada a Ranza (BOX33 Racing Team) che ne approfittava e saliva in settima posizione.

Tante le battaglie in gara, soppratutto a centro gruppo, Pasolini era ancora protagonista, l’alfiere della Delta Squadra Corse su Audi R8 sorpassava anche Varriale (Elta Custom) dopo una staccata pulita e si portava in quarta posizione subito incollato al terzetto di testa, segnava anche il giro più veloce della gara in quel momento. Il gruppo era guidato da Fornasiero che cercava già di difendersi da Muià ad inizio gara, le posizioni sembravano congelate, ma i distacchi erano minimi.

Luca Losio, provava più volte a superare Muiò, trovando sempre la “porta” chiusa. Questa bellissima lotta durava per qualche giro.

Muià controllava Luca Losio, con Fornasiero che allungava. Incidente per Del Pero, contatto tra Varriale e Ranza.

Luca Losio ci provava su Paolo Muià, ma l’alfiere della Racing ON3Red aveva la meglio su quello della Ghepardino Racing Team, e quest’ultimo doveva guardarsi da un “arrembante” Pasolini che si avvicinava. Si staccava un pò il terzetto di testa composto da Fornasiero, Muia e Losio, Pasolini sembrava un pò in difficoltà, magari, pagava sulle sue gomme una partenza aggressiva.

Luca Losio non mollava Muià e riprovava il sorpasso, ancora una volta però la Mclaren chiudeva bene ogni spazio e si difende rimanendo secondo; ne approffitava un pò Fornasiero che allungava leggermente su questo duo, con Pasolini e Varriale (quinto assoluto per il BRONZE) che ritornavano sotto al gruppo di testa a metà gara. Segnaliamo l’incidente di Del Pero.

Sivilotti (Apex Motorsport) su Varriale, gran sorpasso, Varriale si girava poco dopo, forse colpito da un contatto con Ranza che lo scalzava di posizione e il leader della categoria BRONZE scende all’ottavo posto nella generale dopo una gara fin lì nelle posizioni di testa.

Questione di millesimi…..Fornasiero (Apex Motorsport) vinceva la QUALIFYING RACE, davanti a Paolo Muià (Racing ON3 Red).

Fornasiero controllava Muià e si prendeva la vittoria; L. Losio a podio davanti a Pasolini. Contatto tra Del Pero e Chesini nel finale.

Intanto Fornasiero e Muià si staccavano dal duo Losio e Pasolini; mentre Del Pero era ancora vittima di un contatto, con Chesini, entrambi si giravano e perdevano posizioni. Si arrivava al rush finale, pochi minuti e giri al termine, con Fornasiero che teneva dietro Muià fino alla bandiera a scacchi vincendo in volata questa QUALIFYING RACE!!, davanti proprio a Paolo Muià che sembrava non voler forzare l’attacco nel giro finale, sul terzo gradino del podio Luca Losio che teneva a bada Pasolini, spumeggiante all’avvio. Buona la prova di Varriale ottavo assoluto e primo di categoria BRONZE.

GENERALE: 1° FORNASIERO 2° MUIA 3° LOSIO L.

GOLD: 1° FORNASIERO 2° MUIA 3 LOSIO L.
SILVER: 1° RANZA 2° MAZZEI 3° RIZZO
BRONZE: 1° VARRIALE 2° SLANZI 3° SANTINI

 

MAIN RACE

“Il serpentone” delle #EUGT by E-Racing Series davano il via alla MAIN RACE, con Alberto Fornasiero davanti a tutti.

Fornasiero ancora davanti a tutti nelle prime fasi di gara. Pasolini sempre all’attacco, Del Pero ancora in mezzo ai contatti. Ritiro per Varriale.

Alla partenza della MAIN RACE, tutto regolare, nulla da segnalare, come nella precedente QUALIFYING RACE, Fornasiero prendeva leggermente vantaggio su Muià e Luca Losio, quest’ultimo si doveva difendere dagli attacchi di uno scatenato Pasolini cosi come in gara 1, infatti l’Audi R8 griffata Delta Squadra Corse, superava con una staccata vigorosa ma pulita, lo stesso Losio e si portava all’inseguimento della coppia Muià – Fornasiero. Grande bagarre nei primi minuti di gara, soprattutto a centro gruppo, complici, numerosi contatti e sportellate, Luca Losio dopo il sorpasso subito, perdeva posizioni fino alla settima piazza, dietro di lui 5 auto in battaglia con distacchi minimi.

Contatto tra Fistarol (Apex Motorsport) e Del Pero (Elta Custom) nelle retrovie, con quest’ultimo che ne veniva penalizzato e perdeva un paio di posizioni;il compagno di team Leo Varriale intanto scontava la sua penalità e rientrava 15esimo (per poi poco dopo ritirarsi a causa di un ping elevato). Paolo Muià rimaneva sempre molto vicino al leader della gara Fornasiero, lo pressava cercando l’errore, notavamo come nei camera-car la Mclaren 650S di Muià era praticamente sui binari, grazie anche alla guida pulita del proprio pilota, i due comunque avevano staccato la coppia Pasolini – Sivilotti che lottavano per il podio, risaliva invece Luca Losio in quinta posizione.

Fornasiero dopo la sua e quella di Muià, si trova ad inseguire la Mclaren, alla Quercia, calcola male la staccata, preso dalla foga di recuperare e centra un incolpevole Mazzei, vanificando i sogni di vittoria.

Il PIT STOP decide la gara, Fornasiero mette KO Mazzei e le sue speranze di vittoria, Muia si avviava alla vittoria. Sale Sivilotti sul podio virtuale.

Appena si apriva la corsia box per il PIT OBBLIGATORIO, Fornasiero entrava subito e lasciava strada libera a Muià che ora poteva spingere e prendeva vantaggio sul rivale, che dopo l’uscita dal pit si trovava in quarta posizione. Il momento decisivo della gara era quando Muià fa il suo pit-stop, tutto perfetto nel team Racing ON3Red e il loro alfiere, riusciva ad entrare davanti a Fornasiero al quale non erano bastati dei giri veloci e pista abbastanza libera per stare davanti, tra l’altro tra quest’ultimo e il leader della gara, c’era in mezzo Mazzei (compagno di team di Muia ma di categoria Silver) che poteva diciamo “proteggere” il leader della corsa, ora vedremo la reazione di Fornasiero a questa situazione un pò complicata. La rezione arrivò subito e non fu buona per Fornasiero che alla Quercia prendeva in pieno Mazzei valutando male la staccata e si girava, a farne le spese è anche Pasolini che si trovava in mezzo alla traiettoria un Fornasiero in confusione, Mazzei ripartiva secondo (dovrà fermarsi ai box a fine giro), Federico Sivilotti saliva cosi in terza posizione con Pasolini quinto dietro a Fornasiero, in tutto questo Muià prendeva ampio vantaggio, prefiggendo già l’odore della vittoria.

Che lotta! Sivilotti davanti al quartetto che era composto da: Fornasiero, Pasolini, Luca Losio e Santini (Bronze) e dietro di loro in rimonta Michele Chesini.

Battle Royale per il podio. Chesini in gran rimonta. Losio dice addio al podio dopo un contatto.

Dopo questo caos, si accesse la lotta per il secondo posto e per il podio: Sivilotti, Fornasiero, Pasolini, Luca Losio e Santini, questi cinque sono staccati tra loro di circa un secondo, quando mancava ancora 20 minuti (+1giro) alla fine della gara e in agguato arrivava il campione in carica Michele Chesini che a suon di giri veloci, si poteva iscrivere alla lotta. Luca Losio come in gara 1 provava ad attaccare Pasolini, ma l’alfiere Delta Squadra Corse aveva la meglio su quello della Ghepardino Racing Team e Matteo Santini (Virtual Drivers Alliance) con la sua Huracan provava ad approffitarsene, ma il buon Luca Losio era uno tosto e non concedeva nulla, Chesini gran maestro ne approffitava e saliva cosi al sesto posto con una gran manovra nel tratto misto dopo il traguardo, a farne le spese fu Santini che scese settimo.  Ancora protagonisti Luca Losio e Niko Pasolini in lotta eterna in questo ROUND 1 di Misano, Losio ci provava dopo il traguardo, dopo averci già provato nelle curve prima di esso, ma stavolta i due si toccavano e per Luca Losio ci fu il testacoda e praticamente l’addio ai sogni di gloria per la lotta al podio, Chesini e Santini salirono di una pozione e la bagarre fu tra loro, con Chesini che si difendeva bene. Muià era solitario al primo posto, Sivilotti e Fornasiero avevano staccato grazie alla lotta dietro di loro il trio: Pasolini, Chesini e Santini a 8 minuti dalla fine, i giochi per il podio in pista sembravano fatti.

Chesini vs Pasolini nelle battute finali, duello all’ultima sportellata.

Fornasiero si prendeva il secondo posto in pista ai danni del compagno di squadra Sivilotti, che scendeva terzo, sorpasso sul traguardo, non sappiamo cosa era successo se era successo qualcosa tra i due, Sivilotti girava molto lento, forse un errore per lui, con Fornasiero che ne ha approffitò. Chesini era sempre più aggressivo su Pasolini, rimase questo l’unico duello da seguire. Chesini rompe gli indugi, attaccò e passò (con l’aiuto di un appoggio laterale) Pasolini, che però non ci stette, solo che esangerando in una staccata, toccava Chesini che riusci a controllare la vettura ma perse la posizione e ora doveva stare attento a Matteo Santini.

“ZigZag” della vittoria per Paolo Muià (Racing ON3 Red), che vinceva la MAIN RACE grazie a strategia e pulizia di guida, salendo in testa al Campionato #EUGT con 33 punti. A podio (in pista) finivano anche il duo Porsche dell’Apex Motorsport con Fornasiero secondo davanti a Sivilotti.

Vittoria per Paola Muià e per il Racing ON3Red. Post gara tanti ricorsi e la classifica cambia, rispetto all’arrivo in pista.

Paolo Muià vinceva questa gara d’esordio European GT Series By E-Racing Series, grazie ad una guida pressochè perfetta e ad un ottima strategia durante il pit-stop, secondo (in pista) chiuse Alberto Fornasiero, autore di una gara dai due volte, un ottimo avvio, ma dopo la sosta che lo vide perdere la posizione, ebbe un momento no e pregiudicò cosi la sua gara e quella degli altri con una manovra che farà discutere, terzo in classifica un silenzioso ma efficace Federico Sivilotti, davanti a Pasolini, poi Chesini e Santini (leader di categoria BRONZE). Dopo che la direzione gara ha analizzato i ricorsi, dei piloti possiamo darvi la classifica finale ufficiale generale e per categorie.

Muia leader della Classifica Gold e Generale, Mazzei in Silver e Santini in Bronze. Racing ON3 comanda la classifica TEAM.

GENERALE: 1° MUIA’ 2° SIVILOTTI 3° PASOLINI

GOLD:  1° MUIA’ 2° SIVILOTTI 3° PASOLINI

SILVER: 1° VENCATO 2° RIZZO 3° MAZZEI

BRONZE: 1° SANTINI 2° SLANZI 3° BIASSO

In classifica generale (e GOLD) Muià, Sivilotti e Pasolini sono ai primi tre posti, con Fornasiero che può certamente recriminare per l’errore fatto nella MAIN RACE; in categoria SILVER: Vencato si dimostra più adatto alla gara “lunga”, mentre Mazzei sembra regolare e a sui agio in entrambe le gare, tra i due si inserisce Rizzo. Infine nella categoria BRONZE: Santini centra una grande vittoria e un ottimo piazzamento in classifica generale, davanti a Slanzi e Biasso, poca fortuna per la sorpresa di gara 1 Leo Varriale. Uno sguardo anche alla classifica dei TEAM: Racing ON3 Red davanti a tutti, seguiti da Apex Racing Team e Delta Squadra Corse. Tra due settimane di nuovo in pista per continuare la lotta.

 

 

 

Your email address will not be published. Required fields are marked *