L’endurance di Silverstone scopre un Paolo Muià inarrestabile e un’altra doppietta rossonera col rientro di Chesini!
Ora è fuga in classifica su Santoro; è ancora presto ma Paolo prenota il titolo!
Tocca a Nesta l’ennesimo podio per le Audi del GTWR, in attesa dei verdetti DG…

Nesta e Pasquali, ottimi ma posizioni a rischio…

Dopo le due gare di Brands Hatch la carovana del Blancpain resta in Inghilterra e anticipa l’endurance di Silverstone, causa le problematiche di Zolder.
Sul tracciato inglese ci si aspetta il leader Muià forse un po’ appesantito; il compagno Chesini torna in pista e il Team Racing On3 è al completo, seppur con qualche chilo di troppo.
Invece sono proprio loro a far man bassa della endurance, giro di boa di questo Blancpain GT Series by e-RS che ora prende una seria piega verso la McLaren 650S GT3 #23 e il Team Racing On3 2, dimostrando una superiorità netta sugli avversari!
Chesini ritorna con una fantastica pole! Come a Brands però è la McLaren “sbagliata” a conquistarla ma alla fine è Muià a portare a casa la vittoria. Giusto o sbagliato che sia, Paolo può contare ancora una volta su un ottimo scudiero dopo il buon Mazzei; ma dopo tutto è giusto così, l’interesse del Team è vincere e non avere problemi interni e alla fine 1+1 fa sempre 2. La loro strategia di gara resta ancora avvolta nel mistero ma promettiamo che sarà Driver’s Side a svelarla…
Sul podio a vincere tra i “normali” è ancora un’ Audi R8 del GTWR; assente Diana, oramai è stato perso un pretendente alla vittoria finale, è toccato a Ivan Nesta tenere alta la bandiera del team chiudendo terzo su De Pasquali dello Stealth, un redivivo Massetti del D2D e sui compagni Scorpati e Colombo, oggi forse un po’ più in difficoltà. Attenzione però, il podio di Nesta è fortemente sub-judice causa irregolarità nel rispetto dei limiti della pista; staremo a vedere gli sviluppi, oltre al rischio per Pasquali dopo aver mandato ko Ghepardino.
Tra le sorprese di Silverstone spicca la delusione di Leo Varriale; il pilota Racing Mood Sim coglie prima un fantastico terzo tempo in qualifica, lotta poi con Nesta per il terzo posto fino al ritiro condizionato anche da un DT. Peccato, nelle ultime gare ci siamo abituati bene a vedere una Porsche GT3 nelle posizioni in alto, che sia lui o Del Pero, oggi in ombra.

Trasferte inglesi sottotono per Santoro

Danilo Santoro, il driver Stealth Racing leader di inizio campionato e che partiva a 4 pti da Muià, stenta ancora ed è autore di una gara difficile partita dal 13mo posto in qualifica e chiusa almeno all’8vo posto che per ora gli vale 4 pti; da Muià adesso ci sono 26 pti e si fa dura ma vediamo se le zavorre potranno dare una mano a riaprire i giochi, senza dimenticare la risalita di Chesini.
Come detto Scorpati e Colombo non hanno avuto anche loro una bella performance e si sono accodati ad un Massetti finalmente rivisto nelle zone alte della classifica.
Sono spariti poi da posizioni importanti pure Ghepardino, De Pasquale e Dos Santos, inizialmente lì; hanno perso terreno o ritirati per vari motivi, così ecco 2 pti per la AMG di De Vita del Blue Bolt Racing e l’immortale Pasolini del Prophecy che porta il 5to punto in 4 rounds al team, rendendo però onore al compagno Marchesini per avergli dato strada!

Dopo aver riassunto in generale l’andamento di questa endurance di Silverstone, ricordando sempre che ogni risultato è provvisorio in attesa delle sentenze della Direzione Gara, entriamo nel dettaglio partendo dalle qualifiche.

Eroe di qualifica, dietro ai mostri, è Leo Varriale!

QUALIFICHE  –  Pole Position  MICHELE CHESINI
Qualifying Result – Rnd #4, Silverstone
I risultati delle qualifiche parlano chiaro: è dominio del Team Racing On3 2!
Come a Brands Hatch Paolo Muià svetta nei test ma gli sfugge la pole; è il rientrante Chesini ad ottenerla con un 2′ 00.812″. Muià è vicino ma sono quasi 2 i decimi di distacco, per l’esattezza 165 millesimi da Michele. Dietro loro è l’abisso.
Leo Varriale su Porsche del RMS firma il terzo posto con un distacco di 0.679″; bel risultato per lui in  mezzo agli altri mostri noti mentre Ivan Nesta su Audi del GTWR chiude la seconda fila a un decimo da Leo.
I distacchi successivi sono millesimali, sono tutti lì; la terza fila è Ghepardino-Pasquali, dove il piccolo Luca di D2D piazza la sua McLaren 5ta mentre il driver Stealth Racing su Lambo è a 17 millesimi.
Wlady Colombo, Audi GTWR, e Marco Massetti, McLaren D2D, firmano la 4ta fila staccati fra loro di 3 millesimi, sempre comunque a ridosso di chi li precede!
Mauricio Dos Santos, Lambo DIASport Black, è 9no a 21 millesimi da Massetti. Chiude la top 10 di qualifica Roberto Scorpati e la sua R8 GTWR a 1.039″

Come anticipato è Fabio Diana ormai il big assente e pure Simone Minìo e la sua BMW Z4 del Racing On3 non sono presenti.
Da segnalare le difficoltà di Danilo Santoro finito al 13mo posto a 1.185″

Paolo Muià

ENDURANCE RACE  –  Winner  PAOLO MUIA’
Race Result – Rnd #4, Silverstone
In partenza è tutto ok e Chesini mantiene la testa su Muià, sempre dietro e vicino.
Michele mantiene la testa della gara per più di un’ora; la vittoria è a portata ma a un quarto d’ora dalla fine, dopo essersi avvicinato, il compagno e leader del campionato Muià compie il sorpasso definitivo per la vittoria!
Nel secondo giro però è Pasquali a entrare troppo irruento su Ghepardino; i due si toccano alla Club Corner e Luca ne ha la peggio girandosi e perdendo varie posizioni. Daniele riesce a proseguire con Massetti e Colombo alle costole ed è proprio il capitano D2D ad approfittarne passando in 5ta posizione sulla Huracan di Pasquali.
Le prime fasi di gara vedono delle belle battaglie: per il terzo posto Varriale e Nesta perdono strada dal duo Racing On3 ma accendono un bel duello con vari controsorpassi! Nel valzer dei pit stop purtroppo il buon Leopoldo compie il fatidico errore dello speeding limit e si becca il macigno dello stop & go abbandonando i sogni di gloria di un podio!
Pasquali e Massetti si giocano il 5to posto alla grande fino al bel sorpasso di Daniele all’esterno alla Copse dove Massetti deve cedere il passo causa forse un impostazione errata in ingresso. La lotta fra i due continuerà ancora per un po’ con il driver D2D che tenterà di recuperare la posizione ma 4to finale sarà Pasquali.
Ghepardino dopo il ko con Pasquali se la vede per un po’ con Dos Santos; passata la Huracan del DIASport Luca fa pit e poi incappa nel solito penalty che gli rovinerà definitivamente la gara.

Si rivedono le Mercedes,; De Vita, dietro, va a punti

DIETRO AL PODIO E’ BAGARRE
Con le posizioni del podio oramai delineate e con Pasquali al 4to posto, da Massetti in giù si fa il caos; Marco è tallonato da Dos Santos, si aggregano Scorpati, Colombo e Santoro. Il povero Marcio però passa da un possibile 5to posto alla debacle; nella lotta cede ai due GTWR poi compie un definitivo errore con Santoro sprecando tutto!
Massetti, Scorpati, Colombo e Santoro chiuderanno dal 5to all’8vo posto.
Dario De Vita coglie la sua seconda top10 con la AMG del BBR chiudendo al 9no posto; gara pulita e viene così premiato da 2 pti importanti per lui e il team.
Anche il Team Prophecy ne approfitta: nella lotta tra i pachidermi delle Nissan è Niko Pasolini a spuntarla ancora per il solito punticino, nonostante un DT che avrebbe potuto dargli il 9no posto! Questa volta va ringraziato il compagno Marchesini che gli cede strada nel finale; onore ad Andrea!

Buone gare ma grande rammarico per De Pasquale e Dos Santos

UN PO’ DI SPRECHI…
Dal risultato finale della endurance di Silverstone bisognerà attendere, come sempre, il referto della DG; il terzo posto di Nesta sembra essere in bilico a causa dei continui tagli sul tracciato mentre potrebbe non stare tranquillo Pasquali a causa del contatto su Ghepardino.
Con il podio e il 4to posto in bilico potrebbe sperare Santoro in qualche punto in più, per non parlare di tutti gli altri a seguire…
Grande rammarico poi per Leo Varriale e Francesco De Pasquale; la Porsche del Racing Mood Sim e la Ferrari del vFactor Racing incappano nei disagi della pit lane cadendo così da posizioni di vertice meritatissime in pista, oltre ai punti persi!

 

RACING ON3 2, CHI LI FERMA?
L’Inghilterra è stata dunque dipinta a forte tinte rossonere dal Team di Muià & Co.
Prima Mazzei a Brands Hatch, poi il ritorno di Chesini a Silverstone hanno dato a Paolo un supporto stratosferico per una leadership che per ora si estende a 26 pti su Danilo Santoro. Il buon Muià però incute paura visti i già 67 kg sbriciolati nei 90 minuti dell’ultima gara e non si può certo sminuirlo per una super McLaren visto il confronto che si potrebbe fare con due piedoni come Massetti e Ghepardino!
A Budapest di nuovo occhi puntati sui 92 punti-zavorra che Paolo dovrà portarsi appresso…

Il Ghepa ko, torna Massetti

GHEPARDINO: ANCORA TALENTO, ERRORI E SFORTUNA
Non si può non puntare gli occhi sul piccolo undicenne Luca.
Spesso al centro di critiche per aggressività o elogi prestazionali, questa volta il piccolo di D2D, 5to e di nuovo davanti al Capo Massetti in qualifica, ha subito un errore altrui compromettente come l’entrata di Pasquali; sarebbe stato sicuro protagonista ma purtroppo una volta finito dietro non ne è più uscito ed è incappato pure lui nell’errore della pit lane mandando di nuovo tutto in fumo.
Finalmente per Massetti un 5to posto che dà morale e fiducia, calcolando che potrebbe pure finire meglio! Primi punti per lui.
Ricordiamo sempre che fra tutti i partecipanti al Campionato il Team D2D Simulation schiera i suoi drivers presso un centro sim.


LA SITUAZIONE

Ora la situazione in classifica vede Paolo Muià con 92 pti contro i 66 di Danilo Santoro, con Scorpati salire a 63 e Chesini a 60; viste le posizioni in warning di Nesta e Pasquali i due dietro a Muià potrebbero guadagnare qualcosa…
Quest’ultimo potrebbe arrivare ormai presto alla soglia massima dei 100kg di zavorra ma, dopo le incertezze iniziali dei rounds italiani, sta dimostrando una supremazia disarmante!
Inutile dire che fra i team quest’altra doppietta per Racing On3 fa il vuoto su Stealth Racing e GTWR.
Siamo solo a metà però; c’è ancora spazio per rimonte e sorprese!

LA PROSSIMA
In attesa di sciogliere le problematiche legate a Zolder vi diamo appuntamento all’ Hungaroring di Budapest per il quinto round GT Series del Blancpain e il terzo del Formula Tatuus Abarth.
Seguiteci su e-RacingSeries.com e Pit Lane TV!

PitLaneTV Mobile

PIT LANE TV, AUMENTO DELLA COPERTURA
Infine un piccolo spazio ai media di e-RacingSeries.com; i mitici Mariano Calò e Renato Vigliotti, voci ormai epiche del sim racing su you tube, hanno icrementato i loro sforzi televisivi per coprire i nostri beniamini in pista!
New entry per loro il nuovo mezzo GMC Vandura Pit Lane Director Edition, preso forse dall’ A-Team, dal quale hanno potuto seguire la gara anche in movimento!

 

 

Gianpaolo Quadri per e-RacingSeries.com

 

Your email address will not be published. Required fields are marked *