Spettacolo nel terzo round Blancpain GT Series!
Paolo Muià del Racing On3 2 coglie un bis perentorio e si porta in vetta al campionato!
Mazzei lo copre ma spreca la Main Race e Santoro si difende limitando il distacco.

I test pre gara di Brands Hatch segnavano in Paolo Muià il favorito della gara con tutto il Team Racing On3 2 in palla; Chesini assente viene sostituito da un ottimo Mazzei.
Tutto è andato per il verso giusto a Paolo e il team ha dimostrato un grande affiatamento in pista sin dall’inizio dando importanza al risultato di squadra; la pole a sorpresa di Mazzei è durata pochissimo per cedere il passo ad un Muià poi inarrivabile, finalmente al 100% sin dall’inizio contrariamente alle sofferenze mostrate a Misano e Monza, dove nei primi giri lasciava fette di gara…
Con questa doppietta di vittorie, più la doppietta di team in Sprint Race, Paolo Muià e il Team Racing On3 2 balzano al comando delle classifiche! Visto il buon andamento di Santoro, nonostante la zavorra, non era così scontato che Muià compiesse il sorpasso. Nota stonata la squalifica istantanea a Mazzei nella Main per irregolarità al pit.
Intanto, di nuovo, chi raccoglie molto dietro è il Team GTWR anche se un protagonista è mancato fin da subito con Fabio Diana KO per problemi di elettronica; l’ottimo Scorpati però si porta a casa un terzo ed un secondo posto mentre Colombo fa quarto e terzo.
Danilo Santoro dello Stealth Race è stoico in Sprint Race raccogliendo un 6to posto ma poi sciupa molto al via della Main finendo fuori top10 ma riesce poi, di forza, a risalire fino all’ 8vo posto e fare punti preziosi.
Il round sul fantastico tracciato inglese ha regalato anche emozioni; un serpentone da brivido in Gara 1 e battaglie in Gara 2 hanno tenuto il fiato sospeso agli spettatori e ai commentatori di PitLane TV!
Ma dopo questo flash a lunga esposizione su quanto avvenuto a Brands Hatch, cerchiamo di addentrarci di più su quanto è successo.

QUALIFICHE – Pole Position GIUSEPPE MAZZEI
Qualifying Result – Rnd #3, Brands Hatch
Ci si aspetta una McLaren rossonera in pole ma è Giuseppe Mazzei a sorprendere Muià: 1’23.607″ è il best in qualifica e per il sostituto di Chesini, dopo la gran bella prova di Monza, è una conferma! Giuseppe comunque si era avvicinato molto al best assoluto del compagno nelle libere precedenti anche se nei 15 minuti di qualifica i tempi si sono alzati di oltre mezzo secondo.
La prima fila è tutta Racing On3 2 e Muià si accoda a un decimo esatto da Mazzei.
Sul podio delle qualifiche una piacevole sorpresa, Alessandro Del Pero del Team Milano Corse. Con un distacco di 430 millesimi risulta il migliore dei terrestri e piazza la sua Porsche GT3 al terzo posto, senza dimenticare i buoni risultati nei test…
Dopo i primi tre ecco le Audi del GTWR che, in un modo o nell’altro, son sempre lì. La brutta notizia è però il KO tecnico di Fabio Diana! Il buon Fabio, sicuro protagonista mancato, deve abbandonare tutto dopo un giro di pista; la sua R8 non va, grossi problemi elettrici, e l’avventura manco parte. Peccato, Diana era stato autore del terzo crono assoluto nei test. Chiuso su Diana, dicevamo dei GTWR con Roberto Scorpati e Wlady Colombo al 4to e 5to posto nel mezzo secondo di ritardo.
Eccoci poi al leader del Campionato fino a Brands Hatch, Danilo Santoro e la sua Huracan dello Stealth Racing. I 51 kg di zavorra lo portano comunque a 579 millesimi di ritardo; dato significativo di Danilo, che sommati zavorra e pista non da Lamborghini mostra quanto vale.
Troviamo poi 7mo Francesco De Pasquale e la prima Ferrari 488 GT3 del VFactor Racing appiccicato a Santoro di 5 millesimi!
Leo Varriale mette la sua 911 GT3 del Racing Mood Sim a 0.015″ da De Pasquale per la quarta fila.
La quinta fila si chiude con Ghepardino del D2D che centra la 9na posizione con la sua McLaren a 631 millesimi, mentre ecco poi Daniele Pasquali un pò in difficoltà dopo Monza che piazza la sua Huracan con 25 kg in più a mezzo decimo dal Ghepa.

La tipologia del tracciato corto avvicina di molto i distacchi rendendo sempre il tutto più spettacolare.
Fuori dalla Top10 troviamo ancora ritardi ravvicinati come Minìo che torna sulla Z4 a 0.681″ in 11ma posizione, seguito da Izzo (Audi GTWR) e Trapani (AMG DriveIn White) a completare il distacco sotto il secondo di ritardo.
Dunque, perso Diana, assente Chesini, con una coppia Racing On3 a cannone e il Team Stealth un pò indietro, si è pronti alle montagne russe di Brands Hatch!

 

 

Ottimo Scorpati che chiude sul podio dietro alle McLaren

SPRINT RACE 1  –  Winner  PAOLO MUIA’
Sprint Race 1 Result – Rnd #3, Brands Hatch
Va tutto ok in partenza ma dopo poche curve ecco il facile passaggio di Muià su Mazzei; gioco di squadra? Ci può stare, perchè no, ma una volta davanti Paolo è irraggiungibile. I quasi 6″ finali di vantaggio dimostrano la supremazia di Muià e per coprire le spalle Mazzei non può certo causare una colonna epica dietro di lui.
Scorpati passa subito Del Pero restando attaccato a Mazzei finendo poi a mezzo secondo di distacco completando un podio col brivido.
Più avanti Del Pero perderà la posizione anche da Colombo; Wlady e la R8 ne hanno di più, infatti si avvicina a Scorpati staccando man mano il buon Alessandro e la sua Porsche.
Alessandro chiude 5to ma dietro di lui si fa ressa con Santoro che non riesce a liberarsi di nessuno ma almeno non perde posizioni. Ghepardino chiude al 7mo posto con tanta grinta ma con ancora un pò troppa irruenza e ne fa le spese Varriale; bravo il Ghepa però nell’ultimo giro a passare De Pasquale.
Infine Pasquali e Izzo si portano a casa le ultime due posizioni a punti.
Fuori dalla Top10 Minìo resta 11mo e anche Massetti non riesce a sbrogliare la matassa restando 14mo. Poca gloria per gli altri ma onore per una gara tirata per tutti.
La Sprint Race concede poco ma l’emozione ha corso su e giù per le colline del Kent, indubbiamente!

Main Race sottotono per Santoro

MAIN RACE 2  –  Winner PAOLO MUIA’
Main Race Result – Rnd #3, Brands Hatch
Come di consueto l’arrivo della Sprint Race determina la griglia di partenza della Main, quindi Muià-Mazzei davanti su Scorpati e Colombo.
Pronti via e subito Scorpati si fa minaccioso su Mazzei ma Giuseppe non si fa intimorire.
Alla curva due il patatrack di Santoro; Danilo forse cerca subito di guadagnare posizioni ma entra male su Del Pero. La Huracan verde-nera punta nell’erba all’interno, proprio forse per evitare il contatto dopo le misure sbagliate, ma oramai è tardi e Santoro colpisce Del Pero portandolo fuori. Danilo poi, consapevole dell’errore, resta largo nell’erba perdendo parecchie posizioni transitando ben oltre la 10ma posizione. Più avanti Danilo va in testacoda da solo all’ultima curva sbattendo all’entrata box. Dopo una bella Gara 1 questa si è dimostrata nera per il capo classifica. La sua gara però continuerà di cuore e alla fine arpiona l’8vo posto che gli varranno, per ora, 4 punti in classifica.

Ghepardino alla caccia delle Audi

NASCE LA LOTTA GHEPA-GTWR
Chi ne approfitta alla grande è Luca Ghepardino che nel giro di poco si trova a tallonare le due Audi del GTWR di Colombo e Scorpati; i drivers della R8 non hanno lo stesso passo di Gara 1 e questa volta Scorpati, terzo, crea un tappo con dietro molte auto e Pasquali si attacca al piccolo Luca.
Dopo circa una dozzina di minuti il Ghepa è sempre più insistente e alla curva sinistra che immette sul tratto lungo tocca all’interno Colombo; questo va in testacoda perdendo posizioni mentre Luca prosegue. Si affiancano Pasquali e pure Izzo e alla curva successiva quest’ultimo infila in un sol colpo la McLaren D2D e la Lambo Stealth Racing!
Le freccette del Ghepa alle Audi GTWR non finiscono qui. Luca ne ha di più ma l’avversario davanti non molla; qualche giro dopo si rischia il botto all’ultimo curvone dove il Ghepa tampona Izzo ma per fortuna la R8 si intraversa un pò e basta!
Nel frattempo ne esce il momento spettacolo della giornata: Daniele Pasquali e la Huracan di traverso alla curva 1, nel discesone!

Nulla da aggiungere…

CARDIOPALMO DA PITLANE TV
Con Izzo e Ghepa ai ferri corti si uniscono Pasquali, Del Pero, De Pasquale e Colombo; momenti di panico dove ben 7 GT3 si trovano ad occupare in più occasioni tutto il nastro d’asfalto di Brands Hatch!
Mariano Calò e Renato Vigliotti in cabina di commento perdono il controllo di loro stessi impossibilitati nel raccontare i momenti frenetici; un ricordo di Giovanni Di Pillo quando era telecronista delle gare Superbike…
E’ De Pasquale a rischiare l’impresa di passare un numero indefinito di auto ma la sua gloria sfuma nell’erba.
Un peccato poi vedere il trenino dimezzato per le soste ai box.
Izzo vs Ghepardino, la scazzottata continua ancora fino a che il Ghepa imbocca la via dei pit.
Più avanti Del Pero, tutto sommato fortunato nell’episodio con Ghepardino, fa definitivamente harakiri andando in testacoda alla prima curva, sbattendo pure; passano Colombo, Pasquali, Izzo e Ghepardino. Che spreco!

Un grande Mazzei cade poi in errore

MAZZEI SI ELIMINA
Dopo queste fasi al cardiopalmo arriva l’episodio incredibile della gara.
Il buon Mazzei a differenza di Gara 1 resta sempre in scia al compagno Muià; la coppia Racing On3 infligge distacchi abissali ma ecco l’ennesimo sciupo del Team: Giuseppe ritarda l’ingresso al pit, la finestra è chiusa e scatta la squalifica!
Muià resta solo nel deserto e tutti dietro ringraziano, a partire dalle Audi GTWR di Scorpati e Colombo che salgono sul podio. Saranno ben 21 i secondi di ritardo di Roberto.
Colombo rischia però con un Pasquali vicinissimo ma, visto ciò che era successo all’inizio, può considerarsi fortunato; nello stesso tempo però rammarico per il terreno perso dietro al compagno…
Alla fine Ghepardino riesce a passare Izzo grazie ad un errore del driver GTWR altrimenti chissà cosa avremmo visto ancora e i due chiudono 5to e 6to.
De Pasquale porta la sua Ferrari al 7mo posto, dopo aver sfiorato il colpaccio in precedenza e con un finale arrembante su Izzo, poi ecco Santoro a chiusura di questa gara negativa all’8vo posto.
Alessandro Del Pero ha da recriminare nel bene e nel male e porta la sua Porsche 911 al 9no posto.

Trapani e Dos Santos tentano l’assalto ma il punticino è per Pasolini

Ottimo Niko Pasolini che dopo i due punti post DG a Misano chiude al 10mo posto portando un prezioso punticino al Team Prophecy.
Oltre la Top10 troviamo Trapani, Dos Santos, Lumia, un Varriale in rimonta e via via gli altri, con un Massetti ritirato.

 

 

RACING ON3, GRANDE PRESTAZIONE MA ANCORA ERRORI
Da Brands Hatch si riparte col Team rossonero sugli scudi.
Muià impeccabile e imprendibile, fa dimenticare le partenze a rilento di Misano e Monza; le due vittorie inglesi lo proiettano in testa alla classifica così come nei Team. Nella Main Race però vengono buttati 18 punti dalla finestra con l’errore di Mazzei; uno spreco per lui e per la squadra, vanificando una grande prestazione!

Meritato podio per Wlady Colombo

GTWR SEMPRE PRESENTE
Se Racing On3 2 e Stealth Racing sono davanti, sono garanzia i drivers del GTWR.
Per l’esattezza Diana e Scorpati formano il Team 2 meglio piazzato ma in Inghilterra Izzo e Colombo hanno colto un bel risultato dando morale dopo il disastro per Diana.
Siamo sicuri che li vedremo ancora in alto.

Luca Ghepardino sempre di cuore

D2D, UNA MEDAGLIA A DUE FACCE
Nel Team D2D Simulation, ricordiamo ancora essere in pista dal centro sim, troviamo un opaco Massetti.
Il capitano Marco, “Il Boss Delle Postazioni”, si trova non solo con uno zero in classifica dopo tre rounds ma anche con prestazioni non all’altezza di quanto lo si conosca. Siamo ancora in attesa di un suo exploit e di occasioni ce ne sono ancora.
Al contrario, il “piccolo” Ghepardino sta mettendo in pista anima e corpo e il suo stile incredibile lo sta ponendo sempre lì a ridosso dei primi; anche a Brands Hatch si è reso protagonista però di alcuni episodi da moviola mettendo a rischio i bei punti concquistati qui.
Lasciando questo a chi di dovere, Luca offre sempre spettacolo senza mai tirarsi indietro e peccato che le sue precedenti gare siano finite in un pugno di mosche per altre questioni.
Come per il buon Marco, anche per Luca ci sarà ancora occasione di mettersi in luce, siamo solo a 3 su 8 rounds.

STEALTH RACING, LIMITATI I DANNI MA…
Il Team che arrivava a Brands Hatch in testa alle classifiche deve abdicare per ora ma resta lì.
Santoro compie una grande prima gara ma commette due errori nella seconda che lo hanno penalizzato; dei famosi se e ma non si fa nulla ma per Danilo come sarebbe andata senza i fatti di Gara 2? Per ora i punti da Muià sono 7, niente.
Pasquali invece, proveniente dalla vittoria monzese, resta dietro in Gara 1 ma ne approfitta nella seconda ed è bravissimo a chiudere 4to.
Per i verde nero un round nel complesso buono senza dimenticare le zavorre a bordo e un tracciato che certo non favoriva le Lamborghini.

Team Racing On3 2 in vetta

IL CAMPIONATO
Dopo tre rounds ecco come si presenta la classifica, ricordando sempre che il tutto resta provvisorio in attesa della DG:
PILOTI: 67 Muià, 60 Santoro, 55 Scorpati 42 Chesini
TEAM: 119 Racing On3 2, 99 Stealth Racing, 83 GTWR 2

 

 

Il prossimo appuntamento del Blancpain GT Series sarà il Round #4 a Zolder il 24 ottobre, anticipato dal terzo round del Formula Tatuus.
Non mancate, seguiteci su PitLane TV!

Gianpaolo Quadri per e-RacingSeries.com

Your email address will not be published. Required fields are marked *